Crea sito

Recensione film VOGLIO UNA VITA A FORMA DI ME

Recensione film VOGLIO UNA VITA A FORMA DI ME– DUMPLIN

Recensione film VOGLIO UNA VITA A FORMA DI ME
La locandina del film è a solo scopo illustrativo

Film Netflix 2018 – di Anne Fletcher

Trama

Dumplin’ figlia adolescente e sovrappeso di un’ex miss, che s’iscrive ad un concorso di bellezza in segno di protesta. Il suo esempio è seguito da altre partecipanti, scatenando una rivoluzione all’interno della manifestazione e nella cittadina del Texas in cui vive.

Recensione

Questa simpatica commedia di Netflix racconta la storia di Willow, una ragazza “curvy” ma figlia di una ex Miss che vive nel perenne ricordo del suo successo da reginetta di bellezza.

Dumplin in lingua originale significa polpetta e qui rappresenta bene quell’idea di perfezione fisica icona del mito ma che nella realtà è invece con problemi di sovrappeso. Il contrasto tra la madre e figlia sia nell’aspetto fisico che nel modo di affrontare la vita, è il filo conduttore del film ma viene trattato con ironia e leggerezza.

Willow è ben consapevole dei suoi difetti e delle sue differenze rispetto agli altri, ma si accetta così com’è con grande rispetto di se stessa.

Partecipando al concorso di bellezza di cui sua madre è l’organizzatrice, Willow non solo mostra di cosa è capace ma anche di mettersi in gioco e uscirne vincente, con l’aiuto di simpatiche drag queen.

Indovinatissima nel ruolo della madre ex miss ossessionata dal suo aspetto fisico una strepitosa Jennifer Aniston, che ben rappresenta qui quella fetta di America a stelle a strisce della provincia che resta irrealizzata.

Molto piacevole anche la colonna sonora, tutta su Dolly Parton, icona country delle donne che lottano per se stesse e nel cui mito la protagonista è stata cresciuta dalla zia. Una commedia leggera che strappa un sorriso dolce-amaro, con una Jennifer Aniston qui ancora più odiosa perché brava!

Meg

Sono Meg, appassionata cultrice di cinema e serie TV, ho sempre amato il cinema fin da piccola, quando con la mia mamma vedevo i classici film della Hollywood di una volta, che facevano sognare grandi storie con protagonisti forti e determinati. Mi piacciono tutti i generi, anche quelli brutti perché ritengo che il cinema sia arte come la pittura e la scrittura: seguitemi qui sul sito, dove vi parlerò di un po’ di tutto, da film già visti a quelli nuovi, da quelli sempre proposti dai palinsesti TV a quelli di nuova uscita sulle reti via cavo, dai “filmbrutti” ai “bruttifilm”, dalle serie più viste alle meno note.

Ti potrebbe interessare anche...