Giornata autore: Martina Della Ragione

LA FINCA CUBANA

MARTINA DELLA RAGIONE

 

 

 


Sinossi

Quale incantesimo tiene strette una madre a una figlia lontana? Quale irragionevole legante, se non la vita, può amalgamare i colori, i sapori, i ritmi e le atmosfere senza tempo di L’Avana alla piccola Zocca, piena di neve per parecchi giorni all’anno e incastonata sull’Appennino emiliano?
Quando all’improvviso le vicende di una finca, la tipica tenuta spagnola, assumono le fattezze di una saga familiare degna di testimonianza e racconto, l’ingrediente può essere uno solo: l’amore.
La finca cubana è amore declinato in tutti i possibili sembianti. Sono le pennellate fluide e i colori sgargianti, è magia, la musica e le emozioni di chi, come l’autrice, Cuba l’ha vissuta davvero.
La finca cubana è un viaggio intersentimentale, prima ancora che intercontinentale, è uno scrigno di emozioni danzanti e sentimenti travolgenti. Una lettera d’amore. Di madre in figlia.


Recensione

LA FINCA CUBANA è un libro breve è vero, ma è un libro ricco di potere.
Immaginate di vivere un’infanzia difficile, di non sentirvi parte di un luogo, di non sentire di avere una famiglia.
Una bambina cresciuta troppo sola e diventata donna, una donna che ha sempre sperato nel ricongiungimento famigliare, una donna che crede nei valori.
Questa è la storia di una madre “Scappata” a Cuba dopo anni a passare le estati dai suoi nonni e a sentire la libertà, la spensieratezza di quel magico mondo pieno di scoperte, di avventure.
Questa è la storia di una madre innamorata e delusa, la vita l’ha delusa.
Immaginate di aver preso una scelta difficile, la scelta più difficile di sempre ovvero di dare in adozione la vostra bambina per concederle un futuro più felice.

Questo è un romanzo che fa riflettere. L’ho dovuto leggere con particolare attenzione per le attente spiegazioni all’interno che ti portano a fare un viaggio emotivo e culturale.
Martina ci prende per mano e ci accompagna da Zocca a Cuba descrivendoci i paesaggi, le culture ben dettagliate dei luoghi e lasciandoci con quel pizzico di avvenimenti storici per farci sentire immediatamente più completi di conoscenza.
Un viaggio di coscienza d’animo ci accompagnerà durante la lettura dall’inizio alla fine. Martina è bravissima nel narrare questa storia. Utilizza terminologie impeccabili.
Mi sono commossa quando, leggendo, fantasticavo sulla piccola Alma che seduta sotto una pianta legge il racconto di una madre da un passato difficile e che seppur pentita non rovina la stabilità emotiva della sua bambina.
Mentre invece mi si è rattristito il cuore perchè tra le righe trapela la disperazione di una donna cui la vita è stata dura, una donna che avrebbe voluto dare tanto e che in cambio non ha ricevuto nulla se non quella bambina che lascia andar via solamente perchè la ama a tal punto da volerla felice.

Voto 5/5

onlybookslover

Sono Arianna Venturino creatrice del blog onlybookslover.it Promuovo autori e realizzo grafiche editoriali.

Ti potrebbe interessare anche...