I migliori anni di Cinzia Giorgio

Eccoci alla recensione di “I migliori anni” di Cinzia Giorgio.
L’autrice torna con un’appassionante saga familiare e ho avuto il piacere di leggere e recensire questo fantastico libro.

 

I migliori anni di Cinzia Giorgio


Titolo: I migliori anni
Autrice: Cinzia Giorgio
Editore: Newton Compton Editori
Pagine: 320
E-book: 0,99€
Copertina rigida: 9,99€
Copertina flessibile: 12,90€
LINK DI ACQUISTO

TRAMA

Un’appassionante saga familiare
In un’epoca di violenza ha inseguito i suoi sogni e lottato per i suoi sentimenti. La storia di una donna forte e del suo coraggio.
La storia, indimenticabile, di una famiglia.
Aprile 1975.
 A soli quarantotto anni, Matilde Carbiana sta per diventare nonna. Il nipote ha deciso di nascere proprio il giorno del suo compleanno. Eppure, quello che dovrebbe essere un momento di grande gioia pare turbarla. E il turbamento arriva da lontano…
Estate 1943. La cittadina di Venosa è occupata dai nazisti, che terrorizzano gli abitanti. Matilde, giovane e determinata, non ha intenzione di rimanere confinata nella provincia lucana: vuole convincere il padre, viceprefetto della cittadina, a lasciarla andare a Bari per completare gli studi. Fausto Carbiana accetta, ma a patto che la accompagni suo fratello Antonio. A Bari, nella pensione che li ospita, vivono altri studenti, tra cui Gregorio, un giovane medico. L’antipatia iniziale che Matilde nutre per lui si trasforma ben presto in un sentimento profondo. Ma la guerra e gli eventi avversi rischiano di separarli proprio quando hanno capito di non poter più fare a meno l’una dell’altro. Matilde si troverà suo malgrado di fronte a scelte più grandi di lei, che cambieranno per sempre la sua vita. E non soltanto la sua…
Le vicende di una famiglia nell’Italia del Novecento
L’incredibile storia di una donna che porta con sé il ricordo di un grande amore.


RECENSIONE

Cinzia Giorgio torna con un libro che ha sia sfumature storiche che di formazione.
Il libro narra la storia di una bambina cresciuta nelle difficoltà della guerra, una bambina che non si è mai data per vinta con la sua caparbietà, la sua cocciutaggine e la sua forza d’animo potente.
Proveniente da una famiglia rinomata a Venosa, città fulcro del romanzo oltre a Bari che troveremo in tratti del libro.

Un romanzo che potrebbe sembrare “pesante” ai lettori che non amano lo storico ma che, in realtà, non lo è per nulla.
L’autrice ha una penna sofisticata, delicata, ci porta in un’epoca burrascosa con una dolcezza e una forza fuori dal normale.
Riesce a tenerci incollati alle pagine e a farci capire anche il più piccolo frammento di storia narrata

La forza di una bambina che riceve, con la sua testardaggine, una moneta che conserverà per sempre.
La forza di una ragazza che vuole studiare, che vuole a tutti i costi sforare i confini di una vita vincolata dal periodo storico in cui si trova.

La parte che più ho amato sono stati i riferimenti alla nonna dell’autrice, difatti questo libro presenta molti tratti della vita di sua nonna e questo ce lo fa apprezzare ancora di più.

Consiglio questo libro agli amanti dello storico e anche a coloro che ci si avvicinano per la prima volta, Cinzia ha la capacità di una sirena ammaliatrice, vi porterà con il suo canto verso la fine senza accorgervene e ne rimarrete rapiti.



I migliori anni di Cinzia Giorgio

Cinzia Giorgio

è dottore di ricerca in Culture e Letterature Comparate. Si è specializzata in Women’s Studies e in Storia Moderna, compiendo studi anche all’estero. Organizza salotti letterari, è direttore editoriale del periodico Pink Magazine Italia e insegna Storia delle Donne all’Uni.Spe.D. È autrice di saggi scientifici e romanzi. Con la Newton Compton ha pubblicato Storia pettegola d’Italia ed È facile vivere bene a Roma se sai cosa fare e quattro romanzi: La collezionista di libri proibiti, La piccola libreria di VeneziaLa piccola bottega di Parigi e I migliori anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.