“Se solo…” di Loredana Crupi

Recensione del libro “Se solo…” di Loredana Crupi edito Albatros Editore.



“Se solo…” di Loredana Crupi

“Se solo…” è la narrazione in prima persona del viaggio emozionale dall’infanzia ad oggi delle protagoniste. Alev e Hande a causa di eventi tragici perderanno il loro equilibrio e la fiducia in sé stesse. La loro amicizia e l’amore daranno loro nuovamente il coraggio di sfidare i propri “se solo”. Riconquisteranno la felicità perduta e realizzeranno i propri sogni. Storie di donne che si intersecano tra loro toccando temi molto delicati come l’elaborazione del lutto, le pari opportunità e la violenza di genere.

 

 

Recensione

Questa è una storia ricca di emozioni.
Con “Se solo…”, l’autrice crea un intreccio di vite, un intreccio che prende vita man mano che si prosegue nella narrazione.
Il libro risulta essere un vero e proprio viaggio che, tra i meandri della Turchia con i suoi usi e costumi, approda nell’amore, nella perdita, nella violenza.

L’autrice narra con delicatezza ogni sentimento provato dai personaggi e lo fa arricchendo la storia con poesie e con diari che ricostruiscono delle vicende.
La perdita di qualcuno che è stato importante, per una delle due protagoniste, mi ha fatto stringere il cuore e la voglia di prendere in mano le redini per il centro antiviolenza in modo da onorarne la memoria, mi ha fatto anche scendere una lacrima.

Oltre a questo, vi è un’evoluzione e una crescita psicologica in Hande molto forte e ben costruita, e presto Alev farà parte della sua vita. Due mani che si intrecciano e che trovano la forza di reagire alla brutalità del destino.
In questo libro sono trattati anche atti molto forti, come lo stupro. La penna di Loredana è delicata e forte allo stesso tempo, riesce a catturare il lettore e a farlo sentire protagonista delle vicende.

“Se solo…” quante volte anche noi stessi ce lo domandiamo? “Se solo…avessi detto”, “Se solo…avessi fatto”. Ma il passato non può essere cambiato, si può solo trovare la forza e la voglia di ricominciare a vivere, non dimenticando mai.

Questo mi ha insegnato il liro di Loredana Crupi, un libro che consiglio di leggere e assaporare in ogni sua sfumatura.

 

Ti potrebbe interessare anche