Crea sito

Elisabetta Somaglia: SE…|Recensione

Elisabetta Somaglia torna sul nostro blog facendoci scoprire il suo magico libro: SE…
L’avevamo già avuta con noi con “Io amo i colori” e trovate qui la recensione.

 

Titolo: Se…
Autore: Elisabetta Somaglia
Editore: Youcanprint
Pagine: 82
Cartaceo: 15,00€
Link acquisto

Trama

Molte volte nella vita ci chiediamo cosa sarebbe successo se avessimo agito in modo diverso. Usiamo spesso troppi “se…”, che diventano un groviglio di catene per la nostra esistenza. “Non servono i “se…”, non serve guardare al passato, con rimorsi e pentimenti, ma bisogna agire al meglio nel presente, pensando costantemente agli esiti futuri delle nostre attività. Ogni piccola azione ha una conseguenza nel mondo in cui viviamo e ognuno di noi ha una piccola o grande responsabilità. (…) Non si torna indietro nel tempo, nulla si ottiene intimidendo, non si deve rimpiangere ciò che è stato fatto, ma farne un buon uso per il presente e per il futuro. Il libro “Se…” vuol essere un aiuto a rimuovere rimpianti, rimorsi, sensi di colpa e imparare a vivere del presente e per il futuro, nel modo migliore possibile.

Recensione

Recensire Se… di Elisabetta Somaglia è un pugno al cuore, uno di quelli che ci si da, invisibili ma così potenti da farci andare in crisi.

Soltanto la purezza dell’innocenza potrà salvare il mondo dall’oscurità.

Con una delle mie frasi preferite, inizio a parlarvi di questo libro.
Una lettura ipnotica che ci porta faccia a faccia con il mondo e la natura umana, quella che ci porta a farci mille domande, quella che ci fa trarre conclusioni affrettate e poi quella che ci fa domandare:

E se invece fosse andata in un altro modo?

Elisabetta ha creato, in sole 82 pagine, una psicanalisi potentissima, un libro scritto così bene e che ti catapulta all’interno della realtà che è al di fuori, di tutto ciò che accade e di tutto ciò che non possiamo controllare.

Ho amato il richiamo a Genova e al ponte Morandi, la parte che più mi ha toccato e mi ha fatto rabbrividire lasciandomi nella pancia un vuoto incolmabile ricordando il dolore che ha colpito non solo Genova ma tutta Italia.

Anche questo libro, così come “Io amo i colori”, ci insegna ciò che conta davvero, la nostra famiglia, i nostri affetti.
Ci insegna quante domande senza risposte abbiamo, quanti dubbi che non possiamo concretizzare.
Ci fa volare in noi stessi alla ricerca di qualcosa e allo stesso tempo ci dona conforto, ci fa capire che in questa vita piena di dolore non siamo poi così soli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.