Crea sito

Un tuffo nell’erotico con Penelope White

Un tuffo nell’erotico con l’autrice Penelope White che abbiamo avuto il piacere di intervistare.
Autrice della dilogia Come una foglia d’inverno, di Matt e il nuovissimo libro, the MISTRESS.
Abbiamo già avuto modo di recensire l’autrice attraverso il suo Matt, qui il link.

 

Ciao Penelope, è un piacere averti di nuovo con noi dopo aver letto MATT.
Stiamo anche entrando nei meandri della tua nuova pubblicazione ma di questo non sveliamo ancora nulla.
Concentriamoci invece sulla tua intervista.

  1. Pubblicando erotici, qual è secondo te il pregiudizio principale di una persona che si approccia per la prima volta a questo genere?

    Eh, davvero una bella domanda, sicuramente uno dei maggiori che ho sentito è quello di essere delle “casalinghe frustrate in cerca di momentanei sollazzi” e considera che ho molto edulcorato la cosa. Diciamo che, a mio avviso, questo, è vero, non è un genere per tutti… solo le persone più sensibili e profonde possono apprezzarlo davvero!
  2. Come è avvenuta la voglia di sperimentare il genere erotico per i tuoi scritti?

    Diciamo che avrei potuto scrivere solo ed unicamente erotico perché è l’unico genere che amo davvero leggere. E non potrei mai scrivere qualcosa che non mi piace.
  3. Cosa non deve mancare in un tuo libro?

    Ciò che non deve mai mancare in ciò che scrivo è l’intrigo della trama, oltre che la sensualità mai volgare di determinate scene.
  4. C’è una parte della dilogia: Come una foglia d’inverno, che ami particolarmente? Perché?

    La parte che ho sempre amato di più è quella dove i tre personaggi principali si scontrano, insieme, per la prima volta: April, Jay e Matt. La scena sulla spiaggia di notte è quella che mi è rimasta impressa nel cuore, dove si trovano tutti faccia a faccia.
  5. Come è nata la voglia di prendere in mano una penna/computer e iniziare a scrivere?

    In realtà mi sono sempre chiesta come sarebbe stata una storia scritta da me; cosa avrebbero fatto determinati personaggi sotto le mie dita. Così, ho iniziato a scrivere…
  6. Attualmente sei autrice Self, vorresti affrontare anche un percorso con CE o stai bene da self?

    Ho avuto delle possibilità, non lo nego, ma per ora mi trovo bene così. Ovviamente mai dire mai nella vita
  7. Quale tra tutti i tuoi protagonisti (anche di diversi libri) hai amato di più.

    Matt resterà sempre una parte di me. La semplicità estrema di un personaggio che ha una sensibilità impressionante.
  8. Se un protagonista della dilogia si dovesse incontrare con la MISTRESS del tuo nuovo libro, cosa succederebbe secondo te e chi sceglieresti?

    Ahahah davvero carina questa come domanda… A ogni modo la farei incontrare sicuramente con Matt, sarebbe il suo slave ideale: remissivo e sensibile.
  9. Un personaggio che hai fatto fatica a lasciare andare e perché?

    Ho davvero fatto molta fatica a chiudere la storia di April e Jay nella Dilogia. Diciamo che averli ripresi con “Matt” mi ha aiutato molto ad addolcirmi la dose.
  10. Se dovessi scegliere di cimentarti in altri generi, quali sceglieresti?

    Magari proverei con lo Young Adult, da cui, tra l’altro, è nata la mia passione per i libri.