Nuove uscite di settembre #2

Un pochino in ritardo ma ecco le nuove uscite di settembre #2 che Anna Leone ha scelto di consigliarvi!

L’autunno sta prendendo piede lentamente nell’aria, nelle strade, nei giardini e io penso che sarà bello poter trascorrere delle serate al calduccio con un bel libro in mano. Ho notato che in questi giorni ne sono usciti diversi di appetitosi per me.

Nuove uscite di settembre #2

Inizio subito con un titolo che per me è davvero importante e che entra subito nella mia lista della spesa:

“Tutto tanto sempre. Sensibilità e altri superpoteri” di  Nicoletta Travaini edito da Rizzoli

Questo libro vuole quindi essere un viaggio interiore alla scoperta di quei “superpoteri” che troppe volte vengono scambiati per debolezze: la sensibilità, la vulnerabilità, la timidezza, l’introversione, la fragilità e tanti altri.

Allora quello che sento è vero? Perché alcune persone dicono «Il mio difetto è che sono troppo sensibile»? Allora non sono sbagliata? Perché mi dicono che devo controllare le mie emozioni?

Queste sono alcune delle domande che tante persone si pongono quando incontrano per la prima volta il tema della sensibilità affrontato con scientificità e competenza, quando scoprono che il loro sentire un po’ più forte non è un problema ma una risorsa sottovalutata. Sono le stesse che si è posta Nicoletta Travaini quando, attraverso i suoi studi da psicoterapeuta, si è scoperta lei stessa persona altamente sensibile, dopo una prima fase della vita passata a sentirsi “diversa”, strana, isolata e per la maggior parte del tempo incompresa. Questo libro vuole quindi essere un viaggio interiore alla scoperta di quei “superpoteri” che troppe volte vengono scambiati per debolezze: la sensibilità, la vulnerabilità, la timidezza, l’introversione, la fragilità e tanti altri. Riconoscersi sensibile è il primo passo; dare un nome a ciò che proviamo, creando un buon vocabolario emotivo, è il secondo. Così possiamo attraversare i momenti difficili della vita con il giusto equipaggiamento e uscirne migliori.

Nuove uscite di settembre #2

Uscito da poco e che ha subito attirato la mia attenzione, anche se ho giusto una manciata di anni di più…edito da Rizzoli, “17 anni… e l’ansia!” di Giulia Mannucci.

Rosa ha diciassette anni, lunghi capelli biondi e un sogno nel cassetto, grande come un aereo: vuole diventare pilota. Fin da quando era bambina, oltre alla mamma, al papà e alla sorellina Viola, nei suoi disegni c’è sempre stato un aeroplano che sfrecciava vicino al sole. E lei è lì che si immagina: a toccare le nuvole a diecimila metri da terra, con le cuffie in testa, la divisa addosso e l’orizzonte spalancato davanti. Dopo anni passati a sognare, adesso, finalmente, è arrivato il momento di spiccare il volo per davvero: Rosa è stata ammessa alla prestigiosissima scuola di Orlando, negli Stati Uniti! La aspettano due mesi di esercitazioni, simulazioni e studio intensissimo, ma, se supererà l’esame finale, prenderà il suo primo brevetto. È un traguardo importante, ma raggiungerlo richiederà anche tanti sacrifici. Per frequentare la scuola, infatti, per la prima volta Rosa dovrà allontanarsi da casa, dai suoi affetti, dagli amici, e mettere in pausa la sua vita. Ma un vero pilota deve imparare a fare i conti anche con la lontananza e con gli imprevisti. E in quest’avventura gli imprevisti non mancano: il più grosso si chiama Francesco, ha dei dolcissimi occhi castani e un sorriso da far perdere la testa…

Nuove uscite di settembre #2

Inoltre, cercando sul web, ho spulciato un titolo simpatico e ammiccante, uscito da pochi giorni, nonché romanzo chick lit che vorrei proprio leggere: “S.M.S. – Sotterfugi, menzogne e scompigli”, di Luana Arfani, Darcy Edizioni.

Ciaooo,
devo proprio raccontarti che ho combinato quando ho sostituito Rebecca stamattina al centralino del taxi… Prima che finisse il turno, lo sai chi ha chiamato? Michael, QUEL Michael! Michael, lo speaker radiofonico. Michael, l’uomo di cui sono follemente cotta da non so quanto, senza nemmeno conoscerlo… E beh, non ho resistito, ho fregato il suo numero e… gli ho appena spedito un SMS…”

Nuove uscite di settembre #2

Concludo con un titolo davvero suggestivo accompagna la copertina per me attrattiva di “Quello che si salva”, il romanzo di Silvia Celani uscito pochi giorni fa, edito Garzanti.

Dopo lo straordinario successo di Ogni piccola cosa interrotta, per mesi in classifica e acclamato dalla stampa, Silvia Celani torna con un nuovo romanzo in cui ogni pagina è un’emozione. Un inno alle donne e alla loro forza, al loro cuore capace di sopravvivere a ogni tragedia.

«Un’autrice capace di emozionare.» – Cristina del Bar

«Uno stile raffinato, elegante ed estremamente delicato.» – Rossella Tiraboschi

«Silvia Celani sa raccontare l’amore in tutte le sue sfumature in maniera impeccabile e leggiadra.» – Alessandro Manca

Abbiamo una vita sola per essere ciò che vogliamo. Solo un passo divide Giulia dalla vetrina. Un passo che, però, le sembra il più lungo che abbia mai fatto in vita sua. Dietro il vetro, c’è un oggetto che non vede da tanto tempo, ma la cui immagine è impressa a fuoco dentro di lei. Per tutti è una semplice trottola, ma per Giulia rappresenta l’attimo in cui il mondo si è fermato, lasciandola in bilico sull’abisso. Ora è di nuovo davanti ai suoi occhi. All’improvviso rivede sé stessa giovane. La ragazza che nel 1943, nei mesi dell’occupazione tedesca di Roma, ha trovato il coraggio di combattere per la libertà, di impugnare una pistola per reagire all’orrore nazista, di premere il grilletto con le mani che fino al giorno prima sfioravano con delicatezza i tasti di un pianoforte. Come se fosse l’unica scelta possibile, come se un’altra strada non fosse percorribile. Accanto a lei, Leo e il loro amore, nato nei rifugi in cui sono stati costretti a nascondersi e tra gli abbracci per superare la paura. Leo che una notte le ha detto che, qualunque cosa fosse accaduta, avrebbe dovuto custodire la trottola che le aveva mostrato. Un oggetto che, per lui, significava moltissimo. Così nulla sarebbe mai cambiato tra di loro. Quando, dopo una retata, Giulia ha perso le sue tracce, non è più riuscita a ritrovare la trottola. Quel giorno tutto ha smesso di girare. E adesso eccola di fronte a lei, dietro quella vetrina. Giulia deve scoprire come sia finita lì. C’è un’unica persona a cui è pronta a raccontare la propria storia: Flavia, che ha cresciuto come fosse una nipote. Perché sappia che non è vero che i vuoti lasciati dalle persone che abbiamo amato non si riempiono più. In realtà sono sempre colmi della loro presenza: bisogna solo non aver paura di ascoltare.

Allora, avete preso appunti? Quale vi ispira di più?

Buona lettura! Anna

https://www.instagram.com/anna.leone_autrice/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.