“La confraternita dell’arma bianca”

Segnaliamo il libro “La confraternita dell’arma bianca” di Paolina Daniele!

“La confraternita dell’arma bianca”

Autore: Paolina Daniele

Editore: Monetti

Genere: Storico Romance

Data di uscita: 03/02/2020

LINK ACQUISTO

TRAMA

Adrian d’Alba è un giovane duca spagnolo arruolatosi nell’esercito all’età di quattordici anni. Durante la sfortunata battaglia di Espinosa conosce il generale Rafael del Riego che lo salva da morte certa e lo inizia all’uso delle armi e alle tecniche di combattimento. Tra i due nasce anche una profonda amicizia al punto che Adrian lo considera quel padre che non ha mai avuto. Insieme danno vita alla Confraternita dell’arma bianca, un’associazione segreta che raccoglie il consenso di tutti coloro che sono insofferenti al potere vigente e decidono dunque, insieme a molti nomi illustri della libertà europea, di ribellarsi alla monarchia con il proposito di instaurare un governo liberale. Tra i nobili che fanno parte della confraternita è presente anche il Principe di Grammonte e sarà proprio a lui che Rafael e Adrian chiederanno aiuto per risolvere una questione importante che riguarda uno dei membri dell’associazione. Il Principe di Grammonte è una persona molto influente, che ha aiutato Rafael in diverse occasioni, ed è il principale rappresentante della confraternita nel sud Italia. Dunque Adrian parte alla volta della Sicilia, dove il principe risiede, per chiedere il suo aiuto e consegnargli un messaggio di vitale importanza. Tuttavia al suo arrivo scopre che il principe è molto malato ed è in procinto di morire. Ad accoglierlo e la giovane principessa Teresa di Grammonte, di cui Adrian si innamorerà perdutamente. La fanciulla però non è libera perché è fidanzata, contro il suo volere, con il Duca Giuseppe Pignatelli. Luigi, suo padre, aveva stipulato un contratto matrimoniale con la famiglia di Pignatelli prima dell’aggravarsi della sua malattia ma Teresa era fortemente contraria così riesce a convincere il padre a rompere il fidanzamento. Adrian e Teresa si sposano, dopo la morte di Luigi, e i novelli sposi si trasferiscono in Spagna dove la crudele Lucrezia, antico amore del Duca D’Alba, farà di tutto per separarli. Lucrezia è sposata con uno degli uomini più facoltosi della Spagna, il marchese di Altamira, ma è una donna subdola e intrigante ed è unita in una relazione segreta con l’affascinante generale Gonzalo Aviles, colui che indaga da tempo sulla confraternita, pur amando segretamente Adrian. Intanto i confratelli siglano un trattato con il generale Bolivar che stava dando filo da torcere al re Ferdinando con una serie di sommosse in America Latina. Durante una delle sue visite nella residenza degli Alba la perfida Lucrezia viene in possesso di una lettera compromettente riguardante la confraternita e una volta appreso il contenuto vuole utilizzarla per ricattare Adrian e convincerlo a ritornare con lei, in caso contrario avrebbe consegnato la missiva a Gonzalo, ma il marito viene a conoscenza della sua tresca con il generale e la ripudia arrivando a chiedere il divorzio e grazie ad Ines, la cameriera personale di Lucrezia, Adrian riesce a riavere indietro la lettera. Dopo qualche tempo il re decide di chiamare a sé i suoi generali per formare un esercito da inviare nella Americhe per debellare i rivoltosi capeggiati da Bolivar, momento tanto atteso dai membri della confraternita per mettere in atto i loro piani e dare inizio alla rivolta che avrebbe cambiato per sempre le sorti e il futuro della Spagna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.