Crea sito

William Henry Bury amico dello Squartatore?

William Henry Bury amico dello Squartatore? Morgane ci parla dell’argomento nel suo nuovo articolo sulle leggende gotiche

William Henry Bury amico dello Squartatore?

William nasce a Stourbridge ma della sua infanzia si sa molto poco, della famiglia è noto solo che il padre vendeva il pesce e che era talmente preso dalla sua attività da dedicare pochissimo tempo alla famiglia. 

Nel 1887 William arriva a Londra e si stabilisce nell’East End, prima di trasferirsi lavorava come macellatore di cavalli ma una volta giunto a Londra non vuole più sapere di riprendere l’antica professione e decide di lavorare per un certo James Martin. 

Si sistema a vivere in un appartamento con Martin e la moglie e presto incontra quella che sarà la sua futura moglie Ellen Elliot.

I due si sposano poco dopo essersi conosciuto e vanno a vivere da soli in un altro appartamento, pagando l’affitto con i soldi che la moglie ha ereditato dalla morte di una zia. 

Col tempo il comportamento di William subisce un declino graduale e costante, diviene alcolizzato, ladro e pervertito che spende tutti i soldi della moglie per bere ed andare a prostitute. 

Col tempo bevendo sempre di più il suo odio per le donne aumenta e Bury scopre che riesce a interagire solo con le prostitute che hanno un’autostima bassa come la sua. 

Quando si accorge di aver contratto la sifilide da uno dei tanti rapporti sessuali con le prostitute si diverte ad infettare anche la moglie e la sua mente degenera a tal punto che prenderà l’abitudine di dormire con un coltello sotto un cuscino.

Nel febbraio 1888 aggredisce una donna mutilandole gambe e genitali ma la poveretta sopravvive così come sopravvive anche la sua seconda vittima. Poi tenta più volte di aggredire la moglie fino a che una sera di febbraio non riesce a strangolarla con una corda e a squarciarle l’addome estraendone le budella.

Non sapendo come nascondere il corpo chiama la polizia e tenta di dare la colpa ad uno sconosciuto ma la polizia non gli crede e lo arresta.

Nel 1889 è condannato all’impiccagione, ma fino all’ultimo non si pentirà mai dei suoi crimini.

onlybookslover

Sono Arianna Venturino creatrice del blog onlybookslover.it Promuovo autori e realizzo grafiche editoriali.

Ti potrebbe interessare anche...