SUNRISE: 3 curiosità sull’autrice

SUNRISE: 3 curiosità sull’autrice Chiara Pagani.
LINK ACQUISTO

 

SUNRISE: 3 curiosità sull'autrice

Milla e Marcus non potrebbero essere più diversi. Lui, uomo d’affari, apparentemente freddo ed egoista, schiavo dei vizi e della vita mondana della “Milano bene” e lei, bellissima e solitaria, abituata all’ umile e rigida vita in alpeggio. Le loro strade s’incroceranno grazie a un fortuito incidente e, da quel momento, daranno il via ad una serie di eventi che li porterà a scoprire i segreti di un passato non loro e che li condurrà, inevitabilmente, a un percorso di introspezione e di crescita personale. Entrambi provengono da una vita difficile che li ha segnati con le sue perdite. Una vita che ha fatto chiudere Milla in sé stessa, schiava di una routine che le ha impedito di portare avanti le sue passioni per aiutare lo zio alla malga, in alta montagna e che ha fatto diventare Marcus spietato, calcolatore e arrogante, incapace di instaurare rapporti duraturi e sinceri con le altre persone. L’amore non tiene conto delle diversità e tra i due scoppia presto una forte attrazione. Milla deciderà di seguire Marcus a Milano, ignorando per la prima volta in vita sua, le proteste dello zio e dell’ amico d’infanzia, Damiano. Troppo presto, però, tornerà sui suoi passi. Marcus colleziona segreti e la sua vita sregolata finisce per mettere in pericolo la loro incolumità. Il percorso intrapreso li porterà a incontrarsi e scontrarsi fino a che arriveranno a scoprire un passato in comune e capiranno che il segreto peggiore è stato custodito da chi non avrebbero mai immaginato. Esiste un amore così forte da superare qualsiasi bugia?

SUNRISE: 3 curiosità sull’autrice

Curiosità numero 1

Sunrise è nato a piccoli capitoli su Wattpad;
È stato scritto interamente su cellulare;
Su YouTube si possono trovare delle audio-letture della storia nel canale di Giulia Segreti

Curiosità numero 2

Adoro scrivere in penombra, con solo la luce dello schermo a illuminare le parole che sto scrivendo, mi aiuta a estraniarmi meglio dal mondo circostante.

Deve, tassativamente, esserci assoluto silenzio e in genere ho un luogo fisso per ogni storia. Se inizio a scrivere seduta sul divano, quella storia nascerà e finirà lì.

Curiosità numero 3

Sono un pò sofferente riguardo alle scalette. Non appena ho un’ idea la metto nero su bianco in un quaderno e poi delineo a grandi linee personaggi e situazioni ma ho notato che durante la storia spesso le idee cambiano e le scalette vengono velocemente stravolte. E’ difficile far seguire alla creatività uno schema.

Le scene che amo di più scrivere sono quelle in cui do voce al mondo interiore dei personaggi. Mi piace riuscire a spiegare cosa pensano esattamente in una data situazione, soprattutto quelle di difficoltà, è come saper leggere nel pensiero in un certo senso.

Riscontro un pò più di difficoltà invece nel descrivere scene di lotta o aggressioni. Rendere dinamiche le parole scritte e dare questa idea non è per niente semplice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.