Storia della nostra scomparsa di Jing-Jing Lee

Storia della nostra scomparsa di Jing-Jing Lee è il primo libro della rubrica EdiList del mese di marzo, curata da EdiLab edizioni.

LINK DI ACQUISTO

Storia della nostra scomparsa di Jing-Jing Lee

Due linee temporali, quella del passato e quella attuale, che corrono parallele e si intrecciano. Due diverse voci narranti la cui vita sembra non avere niente in comune se non il vivere a Singapore. Due esistenze che il destino ha deciso di unire in un modo che apparentemente sembra inspiegabile ma che, proprio in questo, trova il suo senso.

Storia della nostra scomparsa racconta la rinascita di Wang Di e di Kevin e del loro percorso per scoprire la loro identità. Il romanzo è costruito sull’alternanza di capitoli in cui si intersecano tre voci diverse. Quella di Wang Di adolescente e vittima incolpevole della crudeltà umana, quella di Kevin che si trova ad affrontare il peso della solitudine e del passaggio dall’infanzia all’adolescenza e quella di Wang Di adulta che deve fare i conti con le cicatrici del suo passato. Il ritmo più lento e riflessivo dei capitoli sul presente permette di riprendere fiato dalla potenza di ciò che è successo durante l’occupazione giapponese.

La penna di Jing-Jing Lee è eleganza pura, racconta le brutalità della guerra con delicatezza e sensibilità ma senza sconti e veli per celare la verità, senza mai sacrificare la carica emotiva. Il modo in cui l’autrice si sofferma sui dettagli, sulle sensazioni dei protagonisti e sui loro pensieri lo fa diventare un racconto sincero e potente.

L’accuratezza della costruzione dei personaggi (anche di quelli secondari), descritti in ogni più piccolo particolare, rende la narrazione ancora più efficace e ricca. Storia della nostra scomparsa è un libro che entra dritto nel cuore e nella mente di chi lo legge.

Un capitolo straziante della storia umana che tutti dovrebbero conoscere perché troppo spesso ci sentiamo superiori al passato ma, ancora più spesso, dimostriamo di non essere migliori.