Sex and the city la recensione del film

Sex and the city la recensione del film ce la lascia la nostra Meg per la sua rubrica “film e serie tv”

 

Sex and the city la recensione del film

Anno 2008-2010

Partiamo subito col dire che fare un film dopo una serie di successo che è durata per ben sei stagioni, è di sicuro un’arma a doppio taglio: può essere un successo o un disastro totale (vedi “Miami Vice”, “Swat”, “Hazard” o peggio ancora “Starsky & Hutch”)

Ma per la mitica Carrie e le 3 amiche tutto sommato il film n.1 è andato in linea con quanto abbiamo visto nelle sei stagioni tv: sempre un gran sfoggio di abiti griffati (alcuni davvero improponibili!) sempre un’ amicizia incrollabile che lega le quattro in modo diverso tra loro, sempre una New York più scintillante che mai.

Ma mentre nel primo film tutto ruota intorno al finalmente sospirato e tanto atteso matrimonio tra Carrie e Big, nel n.2 non sono riuscita a trovare un senso.

Se nel primo Samantha “la scopatrice seriale” ci fa sorridere alla prese con il vicino che si fa la doccia nuda in terrazzo, nel secondo è volgare, eccessiva e stupida (cosa che non è mai stata in nessuna delle serie tv!).

Se nel primo Miranda ci appare ancora più fragile ed emotiva di quanto lo sia mai stata per un tradimento che in fondo lei stessa ha innescato, nel secondo è una donnetta esaurita e solo per poco l’avvocato grintoso e di successo.

Se nel primo film sorridiamo e piangiamo insieme alle quattro amiche, nel secondo ci risultano insopportabili nella loro esternazione di lusso e vestiti: perfino il matrimonio dei due amici gay è al limite del ridicolo!

C’è sicuramente un film di troppo! Ma quello che resta per certo è la proposta di “matrimonio del “nostro” Mr. Big (nella cabina armadio sogni di ognuna di noi, in ginocchio e con un paio di Manolo che solo Carrie potrebbe indossare), una delle più romantiche viste al cinema negli ultimi anni .

Conclusione:

  • Per chi ha visto almeno una serie di “Sex and the City”
  • Solo il n.1 da veri cultori della serie
  • sconsigliato se vi aspettate a breve una proposta romantica di matrimonio (qui la fantasia supera di lungo la realtà)

Meg
Onlybookslover.it

Meg

Sono Meg, appassionata cultrice di cinema e serie TV, ho sempre amato il cinema fin da piccola, quando con la mia mamma vedevo i classici film della Hollywood di una volta, che facevano sognare grandi storie con protagonisti forti e determinati. Mi piacciono tutti i generi, anche quelli brutti perché ritengo che il cinema sia arte come la pittura e la scrittura: seguitemi qui sul sito, dove vi parlerò di un po’ di tutto, da film già visti a quelli nuovi, da quelli sempre proposti dai palinsesti TV a quelli di nuova uscita sulle reti via cavo, dai “filmbrutti” ai “bruttifilm”, dalle serie più viste alle meno note.

Ti potrebbe interessare anche...

1 Risposta

  1. Carla ha detto:

    Be Meg, non potevi essere più chiara. Penso che, chi leggerà la recensione, andrà sicuramente a vedere il Film.