SEMI OLEOSI-piccoli amici nascosti

SEMI OLEOSI-piccoli amici nascosti il nuovo articolo della rubrica “ama il tuo corpo non il tuo peso” curata da Paola

Negli ultimi anni si è assistito a una scoperta e/o riscoperta di nuovi alimenti impressionante e, tra questi, non possono non rientrare i semi.

Spesso li si denigra e li si associa a diete strambe e principalmente vegane, vegetariane e macrobiotiche, ma non è affatto così.

SEMI OLEOSI-piccoli amici nascosti

I semi sono un concentrato di nutrienti essenziali per la salute dell’uomo e, prima di parlare dei loro benefici, capiamo quali sono i semi a cui mi riferisco.

  • SEMI DI ZUCCA
  • SEMI DI CHIA
  • SEMI DI SESAMO
  • SEMI DI GIRASOLE
  • SEMI DI PAPAVERO
  • SEMI DI LINO
  • SEMI DI ANICE
  • SEMI DI FINOCCHIO
  • SEMI DI CUMINO

Le dimensioni ridotte di questi semi inganna.

Si pensa che non servano a nulla, ma al contrario sono una fonte importantissima di principi nutritivi di altissimo valore.

Sono ricchi di acidi grassi polinsaturi (omega-3, omega-6 e omega-9), fibre, oligoelementi (cromo, boro, rame), minerali (magnesio, potassio, fosforo, calcio), antiossidanti (tocoferolo o vitamina E) e amminoacidi essenziali. Proprio per questo possono essere considerati un vero e proprio integratore alimentare naturale al 100%.

In questo articolo, per non dilungarmi troppo, parlerò soltanto dei SEMI DI ZUCCA, SEMI DI CHIA, SEMI DI GIRASOLE e SEMI DI LINO e nel prossimo articolo tratterò gli altri.

SEMI DI ZUCCA

 

SEMI OLEOSI-piccoli amici nascosti

I semi di zucca sono ricchi di triptofano, un aminoacido che aiuta a regolare l’umore e a favorire il riposo notturno. Inoltre contengono elevate quantità di magnesio, fosforo, zinco e potassio, minerali essenziali per la salute del sistema nervoso. Gli antiossidanti contenuti nei semi di zucca, quali il beta carotene e la vitamina E, riducono gli effetti dei radicali liberi, dello stress e ritardano l’invecchiamento cellulare.

Possono essere aggiunti a insalate, zuppe, minestroni, yogurt, o utilizzati nella preparazione di prodotti da forno come biscotti o paste lievitate. Hanno un sapore che io considero unico e speciale, sono da provare! Uno tira l’altro.

PICCOLA LEGENDA SUI MICRONUTRIENTI CHE CITO ANCHE NEI PROSSIMI SEMI

  • Il magnesio aiuta nel controllo della pressione sanguigna, nella riduzione del rischio di malattie cardiache e nella formazione e mantenimento in salute delle ossa. Il magnesio interviene nella regolazione della glicemia;
  • Lo zinco è un minerale fondamentale per garantire la crescita, la funzionalità del sistema immunitario e la formazione del materiale genetico.
  • I folati (vitamina B9) sono essenziali per gli uomini ma soprattutto per le donne durante la gravidanza e l’allattamento in quanto responsabili della normale funzione cellulare, della crescita tissutale, della riduzione della stanchezza e del rischio di malformazioni fetali;
  • Il potassio è un minerale implicato in diversi processi fisiologici importanti come la regolazione della pressione sanguigna, lo scambio idro-salino, la contrattilità muscolare, la salute cardiovascolare e la trasmissione degli impulsi nervosi;
  • Il fosforo è uno dei minerali essenziali per il mantenimento di ossa e denti in salute e nel supporto del sistema immunitario;
  • Il calcio è il minerale più rappresentato nel nostro organismo e partecipa alla salute ossea, muscolare e nervosa;
  • Gli antiossidanti come i carotenoidi, la vitamina E, gli antociani, agiscono riducendo l’infiammazione e proteggendo le cellule dai danni causati dai radicali liberi.

SEMI DI GIRASOLE

 

SEMI OLEOSI-piccoli amici nascosti

I semi di girasole sono un’ottima fonte di vitamine B1, B2, B6, A, D ed E, inoltre contengono un buon quantitativo di zinco e rame e acidi grassi essenziali come acido linoleico, acido folico e acido clorogenico.

I semi di girasole esistono in tre varietà e ognuna di queste vanta delle proprietà:

  • I semi di girasole bianchi sono ricchi di acido linoleico (omega-6), un acido grasso essenziale apprezzato per le proprietà antitumorali e per la prevenzione di arteriosclerosi e contro il diabete. L’acido linoleico inoltre favorisce l’accrescimento di massa magra rispetto a quella grassa.
  • Nella varietà nera questi semi sono particolarmente ricchi di ferro, manganese e zinco (impiegati nel metabolismo dei grassi e importanti per la crescita) oltre che di fibre, ottime nelle diete dimagranti per aumentare il senso sazietà e preziose per l’attività intestinale.
  • I semi di tipo striato sono molto utili per il corretto funzionamento dell’intestino.

I semi di girasole sono quindi un valido aiuto per controllare il colesterolo e per prevenire malattie cardiovascolari e arteriosclerosi.

SEMI DI LINO

semi di lino contengono acidi grassi monoinsaturi come l’acido oleico e grassi saturi come l’acido stearico e palmitico, mucillagini emollienti, proteine, sali minerali e lignani, un genere di polifenoli antiossidanti capaci di contrastare funghi e batteri e.

I semi di lino esercitano un benefico effetto sul sistema cardiovascolare, grazie al loro contenuto di omega 3, 6 e 9, acidi grassi essenziali in grado di promuovere l’espulsione del colesterolo LDL e favorire la sintesi del colesterolo buono HDL. Aiutano inoltre a smaltire i trigliceridi e a mantenere le arterie pulite, regolando così anche la pressione sanguigna.

I semi di lino sono preziosi anche per il cervello, grazie al contenuto di vitamine del gruppo B, vitamina C ed E, magnesio, calcio, potassio, zinco, ferro, manganese, rame, fosforo, selenio, questi micronutrienti proteggono le cellule cerebrali dalle malattie neurodegenerative e migliorano le prestazioni cognitive.

L’olio che si può estrarre da questi semi svolge un’azione antinfiammatoria e lenitiva sulle mucose dello stomaco, proteggendolo da ulcere e gastriti. Inoltre svolgono un’azione purificante e regolatoria delle funzioni intestinali.

CONCLUSIONI

Sembra quasi che questi semi siano miracolosi, ma no, non c’è nessun miracolo, si tratta solo di nutrizione, una scienza che spesso viene sottovalutata. Ci rivolgiamo agli integratori, a questa pasticca qui, a quel concentrato lì, senza renderci conto che gli aiuti più preziosi ci vengono dalla natura.

Un’alimentazione sana è DAVVERO alla base di uno stile di vita sano, che non significa evitare questo junk-food o quella fetta di torta, significa riuscire a introdurre nel proprio metabolismo tutte le sostanze di cui ha bisogno, significa riuscire a evitare il più a lungo possibile l’utilizzo di farmaci. Significa stare bene, ogni giorno.

Mangiare bene è una regola indispensabile per poter vivere bene.

No, questi semi non sono magici, anzi, sono solo semplici semi, ma di certo fanno bene al nostro organismo. Non sono farmaci, non possono curare patologie già conclamate, ma possono aiutarci a prevenirle, possono aiutarci a non far mancare nulla al nostro organismo che, prima o poi, il conto lo presenta a tutti.

Non voglio sembrare catastrofica, ma ricordatevi che se avete una domanda, potete, prima di tutto, cercare la risposta nella natura e, se non la trovate, allora affidatevi a uno specialista!

In questi giorni la situazione è particolarmente difficile, spero di non avervi annoiati troppo e di avervi fatti sorridere un po’ con queste mie conclusioni abbastanza sconclusionate.

Non mi resta che augurarvi un buon fine settimana, anche se chiusi in casa. Ma spero che, non appena si potrà di nuovo uscire liberamente, correrete a fare scorta di questi semini (sì, come no, sarà proprio la prima cosa che faranno tutti!).

A presto, amici della salute!

Se siete curiosi di conoscere LE BASI DELL’ALIMENTAZIONE, cliccate qui

Se vi piacerebbe avere delle dritte per FARE LA SPESA NEL MODO GIUSTO allora potete trovarle qui

Se infine, in questi giorni di quarantena, avete bisogno di qualche idea per UNO SPUNTINO SANO ed equilibrato, le trovate qui

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.