SALE IN ZUCCA UN PO’ MENO NEL PIATTO

SALE IN ZUCCA UN PO’ MENO NEL PIATTO è il nuovo articolo della rubrica “ama il tuo corpo non il tuo peso”

Il sale è uno degli elementi fondamentali nella nostra dieta, soprattutto per l’apporto di sodio, micronutriente essenziale per il nostro benessere. Sodio e potassio, infatti, controllano il benessere dei nostri muscoli, evitando crampi e debolezza, oltre a regolare il giusto equilibrio dei liquidi cellulari.

 
SALE IN ZUCCA UN PO' MENO NEL PIATTO
SODIO E SALE

In un grammo di sale sono presenti 0,4g (400mg) di sodio e il fabbisogno di sodio di un adulto si aggira intorno ai 100-600mg di sodio, quindi circa 0,25-1,5g di sale al giorno.

Le diete italiane invece, in media, apportano circa 12g di sale al giorno. Un buon compromesso sarebbero 6g di sale al giorno, un quantitativo che permette di controllare la salute, ma anche di ridurre la pressione arteriosa di 2-8 mmHg.

CONTROINDICAZIONI DEL SALE

Come per ogni altro componente della nostra dieta, anche il sale, se assunto in eccesso, a lungo, può causare effetti indesiderati, quali IPERTENSIONE, OSTEOPOROSI, OBESITA’, ma vediamo perché.

IPERTENSIONE

In persone predisposte, il meccanismo di eliminazione del sale in eccesso, che è un meccanismo automatico, a lungo andare, perde di efficienza e questo favorisce lo sviluppo della patologia.

OSTEOPOROSI

Il sale in eccesso favorisce l’escrezione renale di calcio, minerale di cui di solito le diete sono povere. Quindi, assumendo troppo sale e non abbastanza calcio, si va incontro al rischio di sviluppare osteoporosi.

OBESITA’

Il sale non ha calorie, ma rende i piatti più appetitosi, quindi si è portati a mangiare quantità maggiori. Inoltre stimola la sete che, spesso, viene soddisfatta con bevande caloriche, con le quali è semplice assumere anche 150kcal in più senza rendersene conto.

L’apporto eccessivo di sale nella dieta è assolutamente da evitare anche in caso di patologie renali, scompensi cardiaci e cirrosi. Queste malattie aumentano infatti la ritenzione del sodio nel corpo.

Uno degli antiestetici anestetismi cutanei in cui il sale ha un ruolo importanze è infatti la ritenzione idrica. Sale in eccesso richiede quantità di acqua maggiori per essere smaltito, ciò potrebbe causare gonfiore e, appunto, ritenzione idrica. Quando ci vediamo gonfi allo specchio potrebbe essere a causa del sale in eccesso.

VANTAGGI DEL SALE

Dopo aver elencato tutti i possibili effetti negativi di un eccessivo consumo di sale protratto nel tempo è doveroso elencare gli effetti positivi, altrimenti verrebbe spontaneo dire “allora lo elimino, così non ho problemi”, ma non è così semplice.

Il sale è fonte di sodio, un minerale essenziale per il nostro corpo. Regola la trasmissione degli impulsi nervosi, il bilancio idrico. Un insufficiente apporto di sale, specialmente in estate o durante l’attività fisica può diminuire l’appetito e la lucidità. In estate infatti, date le alte temperature, il corpo regola la propria temperatura attraverso il sudore, ma attraverso il sudore viene espulso anche il sodio.

In ogni caso, assumendo 6g di sale al giorno non si va incontro a particolari carenze. C’è inoltre chi afferma che per ogni grammo di sale assunto si dovrebbe bere un litro di acqua, questa indicazione è corretta, ma è preferibile seguirla quando i grammi di sale non supera i 3/4g al giorno, se non si è seguiti da uno specialista.

 
6g di SALE QUANTI SONO?

Questi famosi 6g di sale, quanti sono? Sono in circa 2 cucchiaini da te. Potreste allora pensare che sono molti e che difficilmente si utilizza tanto sale in cucina, ebbene sì, avete ragione.

È difficile aggiungere 6g di sale agli alimenti preparati in casa, ma altrettanto difficile non è assumerli negli alimenti già confezionati.

Il sale è presente quasi ovunque, in quanto permette di conservare più a lungo gli alimenti e di dare maggior sapidità, rendendo il prodotto più appetibile.

Quindi più che fare attenzione al sale che si aggiunge manualmente alle pietanze, prestiamo attenzione a quello presente nei prodotti che acquistiamo.

Ancora una volta, le etichette si trasformano nelle nostre migliori amiche, ci dicono tutto di ciò che andremo a mangiare e ci lasciano la libertà di scegliere.

Libertà che è tale solo se noi, consumatori appassionati, ci siamo prima informati.

Facciamo quinti attenzione ai formaggi, agli insaccati, alle patatine e agli snack già pronti, come noccioline tostate, pane confezionato, crackers, etc.

Non sono da evitare, ma semplicemente, sono da controllare prima dell’acquisto.

CONCLUSIONI

Tutto questo articolo per dire cosa? Per dire che a fare la differenza sono sempre i dettagli, anche i più piccoli, proprio come il granello di sale.

Il sale viene spesso sottovalutato, si crede che non sia importante nella dieta e che, essendo privo di calorie, possa essere gestito a piacimento.

Il sale è un integratore naturale di sodio, un minerale essenziale per la nostra salute e, proprio come qualsiasi altro integratore, va dosato in base alle proprie necessità.

Da domani non dobbiamo tutti iniziare a contare i grammi di sale, ma semplicemente, consapevoli della sua importanza, facciamo attenzione a ciò che mangiamo e soprattutto, mangiamo con più consapevolezza.

Se dovremo scegliere tra un prosciutto contenente 2g di sale ogni 100g di prodotto e uno che ne contiene 1g, sapremo quale preferire.

La conoscenza, la consapevolezza, ci rendono liberi di scegliere per noi stessi e le nostre scelte sono sempre alla base della nostra salute.

SE SIETE CURIOSI DI CONOSCERE LE BASI DELL’ALIMENTAZIONE SANA CLICCATE QUI
SE INVECE VOLETE UN PICCOLO APPROFONDIMENTO SULLA DIETA MEDITERRANEA LO TROVATE QUI
SE CERCATE QUALCHE DRITTA UTILE PER FARE LA SPESA NEL MODO MIGLIORE CLICCATE QUI
SE VOLETE SCOPRIRE TUTTI I SEGRETI DELLA PASTA, ALLORA CLICCATE QUI