Review party “Il profumo segreto della lavanda”

Review party “Il profumo segreto della lavanda” di Dinah Jefferies per Newton Compton Editori.

TRAMA

1944. Hélène, Élise e Florence, tre sorelle di origine inglese, vivono nella tenuta estiva della loro famiglia nel Perigord Noir, suggestiva regione a sudovest della Francia. Con l’occupazione nazista la loro esistenza è stata sconvolta: le rappresaglie dei tedeschi su chi si oppone sono violentissime e l’esercito sembra determinato a combattere fino alla fine, nonostante abbia subito perdite ingenti. La bellezza struggente della macchia mediterranea diventa teatro di episodi di dolore e sofferenza. E le tre sorelle si trovano ben presto coinvolte in eventi in grado di mettere in pericolo la loro stessa vita. La casa dove vivono, infatti, diventerà il rifugio per un giovane militare tedesco che si rifiuta di continuare a combattere insieme agli invasori, disertando. E così, quando un agente incaricato dal governo britannico di sabotare i nazisti chiederà loro aiuto per ritrovare il compagno scomparso, Hélène, Élise e Florence dovranno scegliere da che parte stare. L’arrivo dei due uomini, così diversi tra loro, è la miccia che dà vita a un susseguirsi di eventi destinati a cambiare il loro destino: saranno costrette a decidere quanto sono disposte a rischiare pur di fare la cosa giusta.

RECENSIONE

Un libro per chi ama immergersi in una storia fatta di drammi e di amore, soprattutto amore familiare.
Le tre sorelle si trovano ad affrontare un periodo storico molto critico: il nazismo e l’invasione tedesca.
Questo le porta a vivere ogni giorno con l’angoscia di ciò che potrebbe succedere e gli eventi si susseguono a ruota con una serie di avvenimenti e drammi che colpiranno tutte e tre come un’arma.

Tre personaggi molto diversi tra loro, forse è questa la parte che più ho amato, il fatto di aver costruito una famiglia unita ma con caratteri che, seppur non si mescolino alla perfezione, costruiscono un’armonia particolarmente forte.
Ogni sorella ha bisogno dell’altra, seppur con qualche scontro che avverrà durante la storia.

Questo libro parla di come la violenza abbia stravolto le vite non solo delle nostre tre protagoniste ma di tutta la popolazione.
Parla di come si arriva ad abituarsi al cuore che martella nel petto dalla paura.
Parla dei sogni che vengono infranti.
Parla di amori che non possono sbocciare perchè “Oggi ci siamo ma domani chissà”.

Forse avrei accelerato alcune scene, la storia è scritta molto bene ma in alcuni punti si perde molto in pensieri o descrizioni quando avrei preferito più azione e movimento.
Però è un mio gusto personale e il mio giudizio complessivo è assolutamente positivo, specialmente dato che non riuscivo a lasciare il kindle per la voglia di sapere.

Arianna

onlybookslover

Sono Arianna Venturino creatrice del blog onlybookslover.it Promuovo autori e realizzo grafiche editoriali.

Ti potrebbe interessare anche...