Recensione + intervista: Valentina Pangallo – Incantevole

RECENSIONE A CURA DI ARIANNA DI COLA

Nori ed Eric, due ragazzi diversi sia nell’aspetto che nel carattere, ma c’è una cosa che li accomuna l’amore quello vero che si prova solo una volta nella vita. Il loro incontro sarà casuale, ma dalla prima volta che i loro sguardi si incontreranno non potranno fare a meno l’uno dell’altro. Nel loro percorso di crescita incontreranno delle difficoltà che penseranno di non poter superare ma grazie ai loro amici e il loro amore che li unisce più che mai troveranno la loro strada.
Valentina Pangallo ha una scrittura omogenea, lineare e in ogni capitolo con le sue parole ci trasmette emozioni forti, ci farà ridere, sognare ma anche piangere.
Ci porta alla scoperta di un argomento delicato come l’omosessualità ma ci farà capire anche il vero senso dell’amore e dell’amicizia.
Mentre leggevo il romanzo ho capito che il vero amore va vissuto con i suoi alti e bassi, fregandosene del giudizio della gente, perché la vera felicità è essere se stessi soprattutto quando si tratta di vero amore.Consiglio vivamente questo romanzo.

INTERVISTA AUTRICE

1) Ciao Valentina, per prima cosa vorrei chiederti a quanti anni hai iniziato a scrivere?
Ciao Arianna. Ho iniziato alle medie, raccontando di vampiri e amori tormentati.
2) Questo è il tuo primo romanzo?
È il primo che abbia mai portato a pubblicazione, ma non il primo che abbia completato. Su Wattpad ci sono molti miei lavori e altri sono in cantiere. Sembra che non riesca a smettere di scrivere! Ahahahahahah!
3) Ti va di parlarci un po’ di Nori che è uno dei nostri protagonisti principali?
Nori è il ragazzo popolare, quello che potrebbe avere qualsiasi ragazza perché è bravo negli sport e molto carino. Potrebbe sembrare facilone e superficiale, ma in realtà possiede una grande empatia e sensibilità.
4)Invece di Eric cosa ci racconti?
Eric è timido e un po’ asociale, non gli piace confrontarsi con gli altri perché teme di sentirsi inferiore. È pragmatico e obiettivo, ma mette un po’ troppo da parte la sua parte emotiva.
5) in questo romanzo conosceremo anche Yumi e Chiba, che ruolo avranno nella storia?

Yumi è la ragazza che tutte noi siamo state, almeno una volta. Vive un amore impossibile perché l’oggetto delle sue attenzioni è omosessuale. Però è anche un’ottima amica che, a un certo punto, metterà da parte se stessa per il bene degli amici. Chiba è il villain della storia! Ahahahahahah! Per quasi tutto il tempo ostacolerà la relazione tra i ragazzi fino a che, alla fine, non si renderà conto dei suoi errori.
6)Com’è nata l’ispirazione per scrivere questa storia?
l’ispirazione nasce dappertutto e in qualsiasi momento, a me arriva sotto forma di flash.
7)Posso chiederti per te cosa vuol dire la parola amore?
Amore è tante cose. Credo che sia un sentimento talmente forte che non lo si può chiudere in una categoria.
8)Quanta importanza dai all’amicizia?
L’amicizia e l’amore vanno di pari passo. Si potrebbe dire che una ripara quello che l’altro distrugge e viceversa.
9) Posso sapere quali sono le tue sensazioni quando scrivi?
Scrivere per me è vitale. Solo quando do vita a una nuova storia mi pare di respirare.


Precedente Chi vuol essere libronario? Successivo Review party: "Corrispondenza imperfetta" di Laura Nottari