Crea sito

Recensione film “The old guard”

Recensione film “The old guard” scritta dalla nostra MEG

Recensione film "The old guard"

THE OLD GUARD

Film Netflix – luglio 2020 –  durata 2h e 3’

Il tema dell’immortalità affascina da sempre il cinema; questo film, prodotto per la rete on –demand  Netflix, ha anche il pregio di essere tratto da un fumetto, per cui contiene quel misto di morale-azione–sentimenti che lo fanno guardare piacevolmente.

Charlize Theron, androgina e intensa, interpreta il capo di un gruppo di cosiddetti “immortali”, che, però, nel corso del film scopriamo che non hanno fatto gesti eclatanti nelle loro vite millenarie, bensì azioni invisibili che hanno avuto risvolti sul genere umano.

L’azione si sposta tra Afghanistan ed Europa, senza mai interrompersi e priva di quel cupo sentimento di solitudine che abbiamo percepito in altri film, quali “Highlander”.

Intenso come sempre Michael Schoenaerts, unico membro del gruppo ad aver vissuto la famiglia e il suo sopravviverci e, proprio per questo dolore, il più esposto al tradimento nei confronti del  gruppo.

Ritroviamo come parte di questo insieme anche uno dei più bravi attori italiani emergenti, Luca Marinelli, amato da un altro componente della squadra e che rendono, con la loro interpretazione, l’amore concetto trascendente dal genere nei secoli.

Il film si lascia vedere, trascinando lo spettatore e coinvolgendolo nelle lotte degli immortali, anche grazie alla fisicità della Theron, proponendo una pellicola a metà tra l’action movie e un cinecomic.

In questo periodo, insomma, una visione gradita e diversa dal solito, che può piacere ad un pubblico dai gusti più disparati.

Conclusione:

  • Per un buon film d’azione
  • Per una Charlize Theron sempre strepitosa anche con i capelli nerissimi

Meg

Sono Meg, appassionata cultrice di cinema e serie TV, ho sempre amato il cinema fin da piccola, quando con la mia mamma vedevo i classici film della Hollywood di una volta, che facevano sognare grandi storie con protagonisti forti e determinati. Mi piacciono tutti i generi, anche quelli brutti perché ritengo che il cinema sia arte come la pittura e la scrittura: seguitemi qui sul sito, dove vi parlerò di un po’ di tutto, da film già visti a quelli nuovi, da quelli sempre proposti dai palinsesti TV a quelli di nuova uscita sulle reti via cavo, dai “filmbrutti” ai “bruttifilm”, dalle serie più viste alle meno note.

Ti potrebbe interessare anche...

1 Risposta

  1. Joe ha detto:

    Spettacolare e fuori dal solito schema supereroi ineluttabili