Recensione “FALCE” di Neal Shusterman

Recensione “FALCE” di Neal Shusterman edito Oscar Vault!
Potete acquistarlo a QUESTO LINK

Recensione "FALCE" di Neal Shusterman

TRAMA

Un mondo senza fame, senza guerre, senza povertà, senza malattie. Un mondo senza morte. Un mondo in cui l’umanità è riuscita a sconfiggere i suoi incubi peggiori.

A occuparsi di tutte le necessità della razza umana è il Thunderhead, un’immensa, onnisciente e onnipotente intelligenza artificiale. Il Thunderhead non sbaglia mai, e soprattutto non ha sentimenti, né rimorsi, né rimpianti.

Quello in cui vivono i due adolescenti Citra Terranova e Rowan Damisch è davvero un mondo perfetto. O così appare.

Se nessuno muore più, infatti, tenere la pressione demografica sotto controllo diventa un vincolo ineluttabile. Anche l’efficienza del Thunderhead ha dei limiti e non può provvedere alle esigenze di una popolazione in continua crescita. Per questo ogni anno un certo numero di persone deve essere “spigolato”. In termini meno poetici: ucciso.

Il delicato quanto cruciale incarico è affidato alle cosiddette falci, le uniche a poter decidere quali vite devono finire. Quando la Compagnia delle falci decide di reclutare nuovi membri, il Venerando Maestro Faraday sceglie come apprendisti proprio Citra e Rowan. Schietti, coraggiosi, onesti, i due ragazzi non ne vogliono sapere di diventare degli assassini. E questo fa di loro delle falci potenzialmente perfette.

RECENSIONE

Se ad una prima lettura della trama si può pensare ad Hunger Games immergendosi nella lettura del romanzo si sonato subito le diversità tra le due trilogie.

Qui c’è una psicologia più profonda di tutti i personaggi anche quelli più marginali grazie a stralci di loro diari privati che l’autore ha sapientemente inserito tra i vari capitoli ed un continuo mettersi in discussione che sono le caratteristiche salienti delle due aspiranti falci, per nulla propensi a diventare assassini e continuamente in conflitto con loro stessi e con il loro maestro.

Non mancheranno altresì colpi di scena inaspettati che terranno incollato il lettore fino all’ultima pagina nel tentativo di capire chi dei due avrà la meglio visto che alla fine in gioco non c’è soli il posto da spigolatore ma molto di più: la propria vita, la propria coscienza e il rispetto di sé stessi.
Un romanzo che scorre tutto di un fiato che appassiona il lettore fino alla fine.

Morgane

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.