Recensione del libro “Il venditore di miele”

Recensione del libro “Il venditore di miele” di Michele Cofrancesco edito Porto Seguro Editore.

Il libro

Siamo nel 2078 e Phil Phillison, venditore porta a porta, si presenta a George per vendergli del miele naturale. George rimane stupefatto. Anzitutto perché ormai esiste solo un’unica piattaforma di commercio on-line e i negozi fisici sono scomparsi. Poi, perché le api si sono estinte da parecchi decenni e, con esse, il loro prezioso frutto. George acquista il miele e, oltre a diventarne dipendente, subisce effetti collaterali devastanti. Il venditore di miele trae spunto dalla difficile condizione di vita nella quale vertono oggi le api sul pianeta Terra, ma va oltre il territorio esplorato, fino a costruire una dimensione inquietamente fantastica. Infine, da quest’ultima scaturisce lo stimolo a riflettere su questioni attuali: siamo proprio sicuri che un giorno non vedremo davvero delle api robotiche aggirarsi fra noi?

Recensione del libro “Il venditore di miele”

“Il venditore di miele” è un libro dall’ambientazione distopica. Difatti ci troviamo nel 2078 in un mondo dove sono sparite le api e dove vi è una vita completamente differente.
La storia inizia con Phil Phillison che viene assunto come venditore porta a porta di miele. Esatto, miele! Il vero miele prodotto da api vere. Quando Phil si presenta a casa di George egli ne rimane estasiato e incredulo, torna bambino all’improvviso e non può non comprare un abbonamento di miele.
Come George anche altri ne rimangono estasiati e si affideranno a Phil per un abbonamento che permette una rifornitura costante di miele. Qualcosa però inizia a mutare. Qualcosa non va. George muore e gli altri personaggi iniziano ad avere degli strani sintomi.
Cosa si cela in verità dietro alla HoneyMoon e dietro a quel succulento miele?

Michele Cofrancesco è un autore abile e si capisce dalla strutturazione di una trama originale e ben articolata.
I personaggi sono tutti ben caratterizzati e particolari a modo loro. Ho apprezzato moltissimo il personaggio di Phil e Jenny!
Sono rimasta coinvolta e colpita da questo libro, a tal punto da rimanerci male una volta finito. Vorrei già sapere come prosegue la storia!
L’autore riesce a intrappolare il lettore durante tutta la lettura in quanto vi sono diversi enigmi da risolvere e colpi di scena improvvisi.
Poi parliamo di un distopico che ha a che vedere con misteri di tipo spaziale oltretutto, quindi a parer mio è ancora più avvincente!

Consiglio vivamente la lettura di questo libro agli amanti del genere e a chi vuole sperimentare una lettura diversa, tra gli odori e la dolcezza del miele.

Arianna

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.