Recensione: Calypso Bar – Marco Minicangeli

 

CALYPSO BAR

MARCO MINICANGELI

Copertina flessibile: 190 pagine

Editore: Ensemble (1 novembre 2018)

Collana: Ensemble

Lingua: Italiano

Prezzo: 12,75

 

 

 

 


SINOSSI

Agosto. Due persone uccise nei pressi di un autogrill del Grande Raccordo Anulare, uno spacciatore massacrato al Tiburtino, la morte per infarto della figlia del più importante immobiliarista romano tingono di rosso una torrida estate romana. La città, semivuota, osserva sorniona in attesa che i fili si colleghino tra loro. Tra le pieghe e le ombre di questi casi proverà a districarne le trame, volente o nolente, Massimo Foschi, un giornalista di Primavalle che lavora al “Messaggero”. Ad aiutarlo in questa “storiaccia” ci penserà Grancio, un vecchio amico d’infanzia, figlio di quel quartiere che, pian piano, nel microcosmo del Calypso Bar, locale frequentato da Massimo sin da ragazzo, ricoprirà un ruolo fondamentale nella storia.


RECENSIONE

Massimo è un semplice giornalista romano, la sua vita è stata segnata dalla morte del padre con un susseguirsi di sventure.
Una svolta arriva nel momento in cui Massimo si ritrova in una vicenda misteriosa riguardante il “responsabile” della morte del padre (quest’ultimo morto sul posto di lavoro).
Massimo si ritroverà da semplice giornalista a investigare sul caso di un omicidio di cui nessuno vuole parlare.

Questo giallo è stato ben strutturato dall’inizio alla fine.
L’autore non si perde in chiacchiere, ha strutturato bene ogni singolo dettaglio riuscendo a far vivere la lettura come fosse un cortometraggio dinnanzi all’occhio del lettore.
Inoltre, è riuscito a far restare con il dubbio fino alle ultime pagine, ci fa trasportare nel mondo poliziesco mettendoci in moto la mente e facendoci cercare di capire chi, per noi lettori, possa essere stato complice o colpevole, che cosa ci fosse di strano che nessuno volesse dire.

Ho trovato la lettura molto piacevole, il libro è scorrevole e ho apprezzato anche i dialoghi in dialetto romano.
Ben costruiti anche i personaggi, tutti con qualcosa da dire e nessuno poco indispensabile nella storia.

Consiglio questo libro agli amanti dei gialli ma anche a chi si approccia per la prima volta a questo genere.

Voto 5/5

onlybookslover

Sono Arianna Venturino creatrice del blog onlybookslover.it Promuovo autori e realizzo grafiche editoriali.

Ti potrebbe interessare anche...