Omicidio all’inglese: I misteri di Lady Swify Volume I

Recensione del libro  “Omicidio all’inglese: I misteri di Lady Swify Volume I ” di Verity Bright edito Vintage Editore.

Omicidio all'inglese: I misteri di Lady Swify Volume I

TRAMA

Inghilterra, 1920. Eleanor Swift ha trascorso gli ultimi anni in giro per il mondo, prendendo il tè in Cina, facendo la conoscenza da vicino degli alligatori in Perù, scappando dai banditi in Persia. Ora è appena arrivata in Inghilterra dopo un caotico viaggio di quarantacinque giorni dal Sud Africa. Chipstone è la città più sonnolenta nella quale si potrebbe avere la sfortuna di imbattersi. E per aggiungere la beffa al danno, lì per tutti è una lady. Lady Eleanor, come preferirebbe non essere conosciuta, torna con riluttanza alla dimora dello zio, Henley Hall. Ora che Lord Henley è morto, è lei la proprietaria di quel maniero freddo e ammuffito. Cosa dovrebbe farsene una ragazza? Be’, Eleanor comincia facendo amicizia con il cane di casa, Gladstone, e con una bella passeggiata nella campagna inglese, anche se si sta avvicinando una tempesta… Ed è proprio sotto la pioggia battente che, in lontananza, Eleanor assiste a un omicidio. Prima che possa raggiungere il luogo del delitto, tuttavia, l’assassino è sparito e il corpo è svanito. Senza nessuna vittima e con la polizia locale convinta che voglia solo creare problemi, Eleanor giura di risolvere questa vicenda da sola!

RECENSIONE

Vorrei iniziare la mia recensione facendo una piccola premessa.
Ho potuto constatare, da diversi libri che ho letto di questa casa editrice, che ogni storia scritta parla di donne forti, donne che hanno stravolto le convenzioni per essere se stesse, senza vergogna.
Questa è una caratteristica che ritrovo con piacere anche in “Omicidio all’inglese”.

La nostra protagonista è Lady Eleanor Swift, una donna che dopo esser stata in giro per il mondo tra varie avventure con la sua bicicletta, fa rientro a Chipstone per la morte dello zio, unico familiare rimasto.
Lady Swift avrà parecchie difficoltà ad abituarsi nella quotidianità della casa inglese.
Subito, infatti, rimane irritata dal comportamento del suo maggiordomo, Mr. Clifford, quando l’ha vista davanti al portone di casa con un giorno prima del previsto.
Una conoscenza invece molto gradita è stata quella con Gladstone, il cane di casa che la accompagnerà durante la prima passeggiata serale, una passeggiata che la porterà nei pressi di una cava e che le stravolgerà la sua permanenza a Henley Hall. Difatti Lady Swift si ritroverà testimone di un omicidio che deciderà di perseguire da sola, dopo aver notato quanto le autorità, in assenza di prove, considerino il tutto come un’allucinazione di una signora.

In un’Inghilterra del 1920, la nostra protagonista indossa pantaloni, compra una bicicletta, indaga per le vie di Chipstone senza mezze misure e fa emergere i suoi ideali fino alla fine della storia.
Una lettura ricca di mistero, un vero e proprio caso da risolvere di cui il lettore non può che diventarne parte integrante della storia.
Ho amato moltissimo le riflessioni della protagonista e la sua sfrontatezza in un’epoca in cui gli uomini non avevano ancora una considerazione rispettabile per le donne che tenevano loro testa.
Ogni personaggio, poi, sul meraviglioso sfondo storico inglese, è indispensabile nel flusso narrativo e impareremo ad apprezzarli o a detestarli.

Raccomando agli amanti del genere giallo-storico, di prendersi una pausa da ciò che stanno facendo e di risolvere insieme a Lady Swift un vero e proprio “Omicidio all’inglese”.

Arianna

onlybookslover

Sono Arianna Venturino creatrice del blog onlybookslover.it Promuovo autori e realizzo grafiche editoriali.

Ti potrebbe interessare anche...