Nuove uscite di settembre

Oggi Anna Leone ci parla delle nuove uscite di settembre!

L’estate ci sta salutando piano piano, ma è sempre la stagione giusta per un buon libro e io ritorno qui con le novità librose che ho spulciato in giro per il web.

Come primo titolo vi propongo “Il nido delle cicale” di Anna Martellato, edito da Giunti.

Tra le colline fiorite ai bordi del lago di Garda, una storia d’amore, redenzione e rinascita.

«Riusciremo mai a lasciarci alle spalle tutto questo, Mia?»
«Non lo so.»
«Almeno dovremmo provarci.»
«Come fanno le cicale?»
«Come fanno le cicale.»

Una storia che mi ha colpito molto e che spero di poter leggere presto.

Nuove uscite di settembre

Che cosa faremmo se un giorno scoprissimo che la nostra vita è un castello di sabbia e che nulla di quello che abbiamo costruito è autentico? Succede a Mia, compagna di Alessio, architetto di successo a Stoccarda. Per seguirlo, lei ha rinunciato a tutto, anche ad avere figli. Finché un giorno scopre che Alessio le ha nascosto una verità impossibile da accettare. Mentre tutto precipita, Mia torna dopo vent’anni di assenza nella grande casa di famiglia, sulle sponde del lago di Garda, dove abita la madre Vittoria, una donna eccentrica e autoritaria che vive cristallizzata nel passato e che Mia ha allontanato da sé molto tempo prima, a causa di un grave trauma familiare. Ma qui rivede anche Luca, il ragazzo diventato uomo di cui era innamorata da adolescente. Sarà lui a svelarle i segreti della coltivazione della lavanda e delle piante officinali da cui trae rimedi e unguenti. Su quelle colline profumate e inondate di sole Mia ritroverà per la prima volta un senso di pace e armonia. Che sia questo il modo di curare le proprie ferite e rinascere come fanno le cicale dopo un lungo sonno? Ma anche nella vita di Luca c’è un passato scomodo e doloroso che potrebbe costringere Mia a fare di nuovo i conti con la realtà… Intenso, struggente, pieno di speranza: un romanzo che vi avvolgerà nelle emozioni.

“Come perdersi in due occhi” di Concetta Melissa è un altro romanzo fresco di stampa che ha attirato la mia attenzione.

 

Nuove uscite di settembre

Sì, siamo donne. Sì, pensiamo e parliamo più del dovuto, più di quanto ci viene richiesto e più di quanto vorremmo. Sì, a volte ci perdiamo. E, altre volte, ci ritroviamo. Sì, potremmo sembrare anche patetiche, ma non lo ammetteremo mai. Proprio come Zoe. Single e senza alcun risultato professionale, nasconde le sue paure riguardo al proprio futuro a sé stessa e agli altri, ma non inganna la sua amica e coinquilina Laura, che non perde occasione per farle aprire gli occhi. Laura fa la cameriera in un pub e, molte volte, ritrova i suoi clienti anche nel proprio letto. Zoe, contrariamente, non crede nell’attrazione spontanea e irrefrenabile tra due persone, finché non s’imbatte in Andrea. Sì, lo ammettiamo, uno sguardo può scioglierci più di un complimento. L’incontro fortuito di Zoe con questo sconosciuto, rovinerà i piani del suo capo e mentore, Roberta. Colei che tutte vorremmo diventare e, al contempo, colei che tutte vorremmo evitare. In sole ventiquattro ore, le loro storie, apparentemente parallele, finiscono per intrecciarsi e riformarsi, quasi come un effetto domino. Come in un perfetto algoritmo. Sì, siamo donne e sappiamo anche cos’è un algoritmo.

E infine, vi lascio con “Quello che si salva” di Silvia Celani, in uscita il 17 settembre nel catalogo Garzanti. 

Dopo lo straordinario successo di Ogni piccola cosa interrotta, per mesi in classifica e acclamato dalla stampa, Silvia Celani torna con un nuovo romanzo in cui ogni pagina è un’emozione. Un inno alle donne e alla loro forza, al loro cuore capace di sopravvivere a ogni tragedia.

Nuove uscite di settembre

Abbiamo una vita sola per essere ciò che vogliamo. Solo un passo divide Giulia dalla vetrina. Un passo che, però, le sembra il più lungo che abbia mai fatto in vita sua. Dietro il vetro, c’è un oggetto che non vede da tanto tempo, ma la cui immagine è impressa a fuoco dentro di lei. Per tutti è una semplice trottola, ma per Giulia rappresenta l’attimo in cui il mondo si è fermato, lasciandola in bilico sull’abisso. Ora è di nuovo davanti ai suoi occhi. All’improvviso rivede sé stessa giovane. La ragazza che nel 1943, nei mesi dell’occupazione tedesca di Roma, ha trovato il coraggio di combattere per la libertà, di impugnare una pistola per reagire all’orrore nazista, di premere il grilletto con le mani che fino al giorno prima sfioravano con delicatezza i tasti di un pianoforte. Come se fosse l’unica scelta possibile, come se un’altra strada non fosse percorribile. Accanto a lei, Leo e il loro amore, nato nei rifugi in cui sono stati costretti a nascondersi e tra gli abbracci per superare la paura. Leo che una notte le ha detto che, qualunque cosa fosse accaduta, avrebbe dovuto custodire la trottola che le aveva mostrato. Un oggetto che, per lui, significava moltissimo. Così nulla sarebbe mai cambiato tra di loro. Quando, dopo una retata, Giulia ha perso le sue tracce, non è più riuscita a ritrovare la trottola. Quel giorno tutto ha smesso di girare. E adesso eccola di fronte a lei, dietro quella vetrina. Giulia deve scoprire come sia finita lì. C’è un’unica persona a cui è pronta a raccontare la propria storia: Flavia, che ha cresciuto come fosse una nipote. Perché sappia che non è vero che i vuoti lasciati dalle persone che abbiamo amato non si riempiono più. In realtà sono sempre colmi della loro presenza: bisogna solo non aver paura di ascoltare.

Avete già preparato la lista dei nuovi libri da prendere? Quale il prossimo?

Per recensioni, impressioni ed emozioni librose, seguitemi su

https://www.instagram.com/anna.leone_autrice/