Crea sito

L’importanza della sinossi

Hai finito il tuo libro e sei pronto per mandarlo a una CE oppure, semplicemente, a lanciarlo in Self-Publishing.
Dopo aver girato un po’ su internet, noterai che tutti, e sottolineo tutti, ti consiglieranno di scrivere la sinossi meglio di come hai scritto il libro.

E tu, a quel punto, penserai: “E che sarà mai? Ho scritto 500 pagine di storia, che ci vuole a scrivere una sinossi?”

Passi ore e ore a strappare fogli oppure a cancellare quella pagina di word che credevi tanto facile, magari nel frattempo ti mangi le unghie e maledici il giorno in cui hai voluto intraprendere questo percorso di autore.

Quindi, partiamo dal principio.

Perché la sinossi è così importante?

Inizio ponendoti delle domande:

1- Hai mai comprato un libro senza leggere la trama?
2- Hai mai guardato un film senza vedere il trailer?

Ebbene, probabilmente l’1% di voi avrà detto sì ma il restante 99% sta già riflettendo sulla faccenda.

La sinossi è un riassunto di ciò che avete raccontato nel vostro libro, un riassunto in cui raccontate sinteticamente il corso degli eventi senza spoilerare dettagli clou o il finale del libro (quest’ultimo in maniera più assoluta).
Ricordate: Non deve superare le 2000 battute (spazi inclusi).

Perché scriverla:

La sinossi è il biglietto da visita del tuo libro, se viene scritta male il lettore può disinteressarti alla storia e, quindi, non acquistare il libro.
L’editore, invece, potrebbe, addirittura, non continuare la lettura e scartare la fatica di mesi e mesi con un click solamente per una sinossi sbagliata.

Quindi come si scrive una sinossi corretta?

Chi? Chi sono i protagonisti di cui si parla.
Cosa? Cosa fanno questi protagonisti.
Quali? Quali sono gli eventi narranti.
Dove? Dove si svolgono.
Quando? Quando si svolgono.
Come? C’è qualche evento in particolare da sapere e che influisce sulla narrazione? Descrivilo senza troppi dettagli.

Questo è un esempio di sinossi normale da presentare all’editore oppure da scrivere sulle piattaforme di self – publishing all’uscita del libro.

 Il barone rampante  –  Cosimo Piovasco di Rondò barone di Ombrosa, nel 1797, a dodici anni, salì, per ribellione contro il padre, sugli alberi e decise di non scendervi mai più. Il protagonista vivrà sospeso a mezz’aria e si farà portare fra i rami libri per studiare, si innamorerà di Viola e viaggerà passando da un albero all’altro. Inizierà a progettare anche la Costituzione di uno Stato Ideale; la sua fama si diffonderà nel Paese, a tal punto che anche Napoleone Bonaparte andrà a Ombrosa per fare la sua conoscenza.

Ecco come scrivere una sinossi, normale.

“E se mi chiedono una sinossi dettagliata? È la stessa cosa?”
La risposta è NO. La sinossi dettagliata è richiesta da alcune tipologie di editori e agenzie letterarie e vuol dire che dovrete scrivere esattamente TUTTO quello che succede, senza tralasciare dettagli.
Questo viene richiesto quando l’editore o l’agenzia letteraria/ agente letterario, hanno bisogno di conoscere, con un riassunto, tutto ciò che succede nel libro per poi, successivamente, valutare il manoscritto solamente se interessati alla tipologia di storia.

Spero che possa esservi stata d’aiuto e se volete altri articoli di questo genere fatemi sapere.