“Libertà di amare” di Nicola Govoni

Recensione del libro “Libertà di amare” di Nicola Govoni edito Albatros Editore.

La trama

Andrea vive a Milano dove lavora nel mondo della moda per un brand di successo. Mentre fervono i preparativi per la Fashion Week, durante una sessione di colloqui, incontra Simone, un modello che è lì per un provino. I loro sguardi si incrociano e Andrea trova subito un modo di rivedere Simone. I due si incontrano fuori dal lavoro e scoprono di essere reciprocamente innamorati. Iniziano a frequentarsi ma il loro amore viene contrastato dalla cattiveria e dai pregiudizi altrui che ancora Simone non riesce a superare. “Libertà di amare” è romanzo intenso sull’amore e sugli stereotipi che gli impediscono di volare.

 

“Libertà di amare” di Nicola Govoni

“Libertà di amare” di Nicola Govoni è uno di quei libri che rappresenta una parte troppo vera e troppo difficile della realtà omosessuale.
Questo libro è la rappresentazione di quanto l’amore possa essere contrastato dal pregiudizio e dalla cattiveria umana. Rappresenta quanto persino le persone più care possano sprigionare un bigottismo smisurato e una non-accettazione di ciò che semplicemente si è.
Attraverso la vita di Andrea e di Simone, ci si immerge in una dolce storia d’amore fatta di battiti accelerati, di primi messaggi e di attese interminabili ma anche di paura, scontro, animi alterati per situazioni esterne e per la paura del giudizio che spesso provoca rotture e comportamenti conformi a chi non accetta il proprio essere.

Ho trovato questo libro molto bello, educativo, rappresentante di una società che ancora chiude gli occhi e che si gira dalla parte opposta, di una società che vede ancora troppa omofobia.
Io non ho letto la storia d’amore diversa di due persone omosessuali. Io ho letto, in questo libro, una storia d’amore e basta. Una storia fatta di alti e bassi e di tocchi delicati che fanno vibrare il cuore.

La scrittura di Nicola risulta essere molto semplice ma al contempo tocca tutti i punti delicati con sensibilità, riuscendo così a far emozionare il lettore e a coinvolgerlo.

Consigliatissimo.

Arianna

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.