Intervista all’autrice Monica B.

Intervista all’autrice Monica B. in merito al suo libro “IL MIO DEMONE” disponibile su Amazon.

TRAMA

LUI
Sono il dolore, vivo nel buio e bramo la solitudine. Non conosco pietà, non concedo clemenza.
Ho scelto di desiderarti anche quando non avrei dovuto farlo.
Non posso averti eppure sei mia.

LEI
Vivo una vita a metà, con un nome che non è il mio. Ogni giorno fingo che tutto vada bene.
L’amore per me non esiste, ma tu mi fai credere che non sia così.
Ti ho visto e mi hai sconvolto l’esistenza.

Un demone che non crede nell’amore e una mortale che non pensa di poter amare.
Una guerra sotterranea che potrebbe distruggere le loro esistenze.
Tra intrighi e battaglie, nuove amicizie e un pizzico di magia, i protagonisti ci trasportano in un racconto dove tutto può accadere, anche l’inaspettato.

INTERVISTA

  • Ciao e benvenuta su onlybookslover.it.
    Parlaci del tuo nuovo libro!


    Ciao! “Il Mio Demone” non è il primo libro che scrivo, ma è il primo in assoluto che ho deciso di pubblicare. E’ un paranormal romance, molto romance, ah ah ah. È un libro autoconclusivo ma facente parte di una serie, la Dáimōn Series. Come la trama annuncia troviamo Andras, demone degli Inferi e Hope, mortale che si riscopre molto di più. L’incontro tra i due è inaspettato e imprevisto per due anime così diverse e abituate ad agire in completa solitudine. Osserviamo durante tutto il racconto dell’evoluzione del loro amore e nel contempo assistiamo al sorgere di una battaglia che, tramata nell’ombra, metterà l’intera umanità in pericolo.
  • Come è arrivata l’idea?

    Sono un’accanita lettrice e sono onnivora. Se c’è una storia d’amore io devo leggerla. In particolar modo adoro il paranormal e ho sempre desiderato scriverne. Ho preso coraggioso e ho iniziato a fare qualche ricerca… mi sono imbattuta in alcuni testi particolari che mi hanno dato l’ispirazione giusta.
  • C’è un evento nel libro che hai particolarmente ODIATO e uno AMATO scrivere?

    Ho vissuto ogni minima emozione descritta nel libro come se fosse la mia. Non so nemmeno io quante volte mi sono ritrovata a ridere e piangere da sola. In particolar modo ho amato descrivere quell’amore così devastante e diverso; al contempo ho avuto qualche problema a descrivere le emozioni dal punto di vista di Andras, perché è stato complicato rendere un personaggio così tenebroso e freddo capace di provare un’emozione così pura.
  • Ci parli un po’ dei tuoi protagonisti? Che tipi sono?

Come vi ho accennato i personaggi principali sono Andras e Hope. Andras è un marchese degli Inferi, abituato a comandare e veder esauditi i suoi comandi. È crudele, tenebroso e molto freddo. Ama la solitudine, non sopporta mischiarsi con i mortali e soprattutto non si crede capace di amare.

Hope è una mortale che scopre di avere delle origini molto particolari. Ha avuto un’infanzia complessa e dolorosa e è cresciuta amando la solitudine e preferendo tenere tutti a distanza. È una giovane donna forte, che non si abbatte facilmente e che va avanti giorno dopo giorno a testa alta.

Numerosi sono i personaggi secondari che in qualche modo hanno comunque un ruolo di rilevanza e che daranno, ognuno a modo loro, un importante contributo all’intera storia.

  • Cosa ci dobbiamo aspettare da questa storia? Avvisaci un po’.

    Se dovessi descrivere questa storia dal mio punto di vista di scrittrice (ma anche un po’ di lettrice) penso che potrei solo definirla devastante. L’intento è stato quello di descrivere ogni minima emozione provata dai protagonisti ed esaltarla. Vorrei che chi leggesse il libro vivesse ogni sfaccettatura dei sentimenti provati da Hope e Andras. C’è amore, c’è molta passione, alle volte c’è dolore, ma soprattutto c’è rinascita e rivalsa.
  • Ci elenchi anche le tue precedenti pubblicazioni o quelle future, se ne hai in progetto?
    Come dicevo non è il primo libro che ho nel cassetto ma è il primo pubblicato. A breve uscirà il secondo volume di questa saga che sarà autoconclusivo così come questo di cui stiamo parlando oggi. E ci saranno anche altre sorprese proprio per “Il Mio Demone”, ma non voglio anticiparvi troppo! 😛
  • Come mai hai scelto di scrivere questo genere? Ti ha sempre affascinata?

    l paranormal è un genere che adoro, così come il fantasy in generale. Sono cresciuta a suon di Harry Potter, Cronache di Narnia e Signore degli Anelli. Ho sempre amato fantasticare di mondi lontani e diversi e di essere un po’ una supereroina con poteri speciali.
  • Un autore/autrice che ti sta particolarmente a cuore e perché.

Ce ne sono talmente tante che sarebbe una scortesia tralasciarne una, ma se dovessi restare sul genere letterario paranormal direi che tra le mie autrici preferire paranormal c’è Jennifer L. Armentrout, Cassandra Clare e Jeaniene Frost. Hanno uno stile di scrittura e una fantasia che fa semplicemente sognare.

  • Stai parlando a un lettore che ancora non ti conosce, perché dovrebbe leggerti?

    Sinceramente non lo so, ah ah ah. Non sono molto brava a fare propaganda. In un certo senso spero di avere la possibilità di farmi conoscere perché ho veramente tante storie da raccontare. “Il Mio Demone” è un libro che può sicuramente interessare ai lettori abituali del genere, ma anche a chi è abituato solo alle storie d’amore e vuole provare qualcosa di nuovo. Consiglio a chi titubante di leggere alcune recensioni e valutare da sé se potrebbe essere il libro che fa per loro.

onlybookslover

Sono Arianna Venturino creatrice del blog onlybookslover.it Promuovo autori e realizzo grafiche editoriali.

Ti potrebbe interessare anche...