Intervista all’autrice Lolita Rinforzi

Intervista all’autrice Lolita Rinforzi che ci parla del suo libro “UN PASSO DALL’INFERNO disponibile sugli store online.


TRAMA

Marta è un’irreprensibile impiegata alle soglie della pensione che, suo malgrado, si ritrova a vivere un incubo che rischia di rovinarle la vita. Ma grazie alla sua tenacia e al sostegno delle persone a lei care, la vicenda prenderà una piega del tutto inaspettata…

INTERVISTA

  • Ciao e benvenuta su onlybookslover.it.
    Parlaci del tuo libro “UN PASSO DALL’INFERNO”!

Ciao, grazie per avermi ospitata, certo volentieri.

  • Come è arrivata l’idea?

Mi è sempre piaciuto essere vicina alle donne, ho sempre seguito con interesse i problemi delle donne e nella storia appunto si parla di uno di questi legato al lavoro.

Con la pandemia la disoccupazione è cresciuta nel 2020 di 101.000 unità, di queste il 98% purtroppo è rappresentata da donne. Purtroppo anche la pandemia ha contribuito ad umentare la disparità di genere.

Poi sempre in questo periodo ho visto un film della Comencini del 2003 “Mi piace lavorare” con la Braschi come attrice principale. La protagonista della storia è vittima di un mobbing strategico da parte dell’azienda in cui lavora che vuole costringerla ad un trasferimento. Prende il sopravvento la malattia e la depressione, tra l’indifferenza dei colleghi.

  • Cosa ci dobbiamo aspettare da questa storia?

Il messaggio che vuole trasmettere la storia è duplice: per prima cosa NON ARRENDERSI  di fronte ai problemi della vita anche se questi possono sembrare insormontabili.

E seconda cosa, saper guardare avanti, sempre.

  • Che emozioni hai provato dopo aver messo la parola “FINE” alla storia?

Scrivo da quando ero bambina, ufficialmente ho iniziato a pubblicare dieci anni fa. Ma si trattava di poesie, di racconti, questo è il mio primo romanzo e sono molto orgogliosa di averlo scritto.

La prima cosa che ho pensato è stata se veramente fossi stata io a scriverlo. Una sensazione di aver fatto qualcosa di veramente importante, di felicità e quando era pronto per la stampa mi sono posta diverse domande, se fosse piaciuto, apprezzato, sperando sempre di non annoiare chi lo avesse letto, ma di suscitare interesse e curiosità e con piacere posso dire che questo si sta verificando.

  • Come è arrivata la scelta del titolo? Cosa volevi trasmettere con esso?

Il titolo è arrivato attraverso la protagonista che si trova a vivere suo malgrado una situazione che la porterà a “Un passo dall’inferno”.

Volevo fosse d’impatto, perchè il titolo di un libro è il suo modo di presentarsi al mondo, diventa ciò che lo identifica come il nostro nome e cognome e anche ciò che lo fa ricordare.

  • Un autore/autrice che ti sta particolarmente a cuore e perché.

Nasco come poetessa e in questo campo una delle mie autrici preferite è la grande Alda Merini, per le sue poesie e anche per i suoi aforismi sulla vita.

Una donna con un vissuto pesante sulle spalle divenuta un’icona del suo tempo.

Nella narrativa, ho potuto apprezzare di recente, essendo donatrice di voce per l’Unione Italiana Ciechi e ipovedenti, Corina Boman, perché mi sono trovata a leggere per loro dei suoi romanzi. Un genere fantasy che riesce a catturare l’  immaginazione .

  • Pensi che la scrittura possa essere liberatoria per l’anima?

Senza ombra di dubbio e non solo è anche espressione di libertà mentale, di pensiero.

Non a caso io scrivo poesie in versi liberi, non amo la metrica. Non si possono condizionare le emozioni devono essere libere anche nell’espressione, nel trascriverle su carta.

  • Stai parlando a un lettore che ancora non ti conosce, perché dovrebbe leggerti?

Prima di tutto per curiosità e quindi per imparare a conoscermi; capire così se le mie parole possono essere una piacevole compagnia. Un qualcosa che lo distoglie da ciò che vive, riuscendo a trasportarlo in ciò che legge.

LOLITA RINFORZI

Risiede ad Assisi. Nasce a Perugia l’anno in cui nelle sale cinematografiche esce il film tratto dall’omonimo romanzo di Nabokov. Suo padre, sicuramente al passo con i tempi, decide di darle lo stesso nome: Lolita.

Il suo esordio letterario avviene nel 2013 con dei racconti inseriti in un’antologia collettiva di Bertoni Editore, “Le vene vorticose”. Lo stesso anno pubblica la sua prima raccolta poetica “Percorsi – Stati d’animo in divenire” Futura Edizioni. Nel 2015 esce con un audiolibro “Un cuore in trasparenza” con Futura Edizioni, dove con cura seleziona insieme alle sue poesie, musica e voce in collaborazione con importanti artisti. In un cofanetto racchiude la versione cartacea e audio del libro.

Nel 2017 pubblica la sua terza raccolta poetica “Stagioni in versi liberi” Il Formichiere Edizioni. Vanta centinaia di presenze in eventi letterari e culturali, con numerosi riconoscimenti, nelle varie regioni italiane per le sue poesie, videopoesie e racconti, presenti in molte antologie collettive.

Co-fondatrice e sostenitrice di WikiPoesia e membro del movimento poetico internazionale “Movimiento Poetas del Mundo” .

Fondatrice e presidente dell’Associazione Culturale Pensieri Creativi.

A settembre 2021 ad Assisi,  ha presentato il suo primo romanzo: Un passo dall’inferno – Albatros Edizioni.

www.lolitarinforzi.com

canale youtube Lolita Rinforzi

Pagina Facebook Lolita Rinforzi Poetessa Autrice Letteraria

Instagram

Twitter

onlybookslover

Sono Arianna Venturino creatrice del blog onlybookslover.it Promuovo autori e realizzo grafiche editoriali.

Ti potrebbe interessare anche...