Intervista all’autrice Gea Petrini

Intervista all’autrice Gea Petrini in merito al suo libro “ZELDA SHADOW GIRL“.

IL LIBRO

Il mio gemello è morto. Non ho altra scelta, devo tornare in Canada e affrontare il passato. Una zia che odio, una migliore amica che ho abbandonato. Ma a Shadeville, la cittadina sul lago dove sono cresciuta, la morte di William è avvolta nel mistero. Mentre cerco la verità incontro lui, Colin.

I capelli spettinati, gli occhi rubati al fondale del mare, le mani di nodi e segreti.

Posso davvero fidarmi di lui?

Zelda è un paranormal romance autoconclusivo, primo romanzo della serie Shadow Girls, le Ragazze d’Ombra, storie che hanno come protagoniste ragazze del paranormale tra amore, passione, misteri.
I libri si possono leggere in maniera indipendente.

Shadow Girls, la verità si nasconde nell’ombra

Intervista all’autrice Gea Petrini

Ciao Gea e bentornata con il tuo nuovo fantasy su onlybookslover.it.

  • Parlaci del tuo libro “ZELDA SHADOW GIRL”

Ciao Arianna, sono sempre felice di parlare con te dei miei libri. Zelda è un paranormal romance, un romanzo autoconclusivo primo della serie Shadow Girls. La protagonista, Zelda, è una ragazza di venticinque anni che vive in Norvegia dopo avere lasciato il Canada appena diciottenne con il fratello gemello William. Quando inizia la storia, Zelda riceve una notizia drammatica, William che nel frattempo è tornato in Canada è morto. Zelda così è costretta ad andare a Shadeville dove l’aspetta un passato difficile e troppi misteri che ruotano intorno alla morte di suo fratello. Mentre cerca la verità incontra Colin, un ragazzo dal quale non riesce a stare lontana anche se lui fa di tutto per rendersi odioso. E così inizia la sua avventura che la porterà ad abbandonare ogni sua certezza e a scoprire che l’irreale è davanti ai nostri occhi.

  • Come è arrivata l’idea?

Avevo cominciato a scrivere il terzo e ultimo libro della mia saga fantasy Darkness Chronicles quando ho capito che avevo davvero bisogno di staccare e dedicarmi a una storia diversa. Amore, passione e licantropi: questa è stata la leva che mi ha portato sulle rive del lago nel cottage di Zelda.

  • C’è un evento nel libro che è stato particolarmente difficile scrivere?

La parte iniziale in cui Zelda affronta il lutto, non volevo banalizzare le sue emozioni. E poi ho dato particolare attenzione alle scene spicy che mi piace scrivere ma che devono essere intriganti e mai volgari.

  • Cosa ci dobbiamo aspettare da questa storia? Cosa volevi trasmettere?

Intanto evasione. Questo è un romanzo nato per farci trascorrere del tempo in compagnia di una storia spero accattivante e piacevole da leggere. Ci sono diversi temi nel libro, il lutto, l’amicizia, l’amore. Tutto ruota intorno a lei, Zelda. Lei è il motore.

  • Come è arrivata l’idea del titolo e la scelta di creare una serie i cui libri sono autoconclusivi?

Il titolo doveva essere il nome della protagonista, e mi è venuto subito pensando a lei, un nome particolare e misterioso. La scelta riguarda l’intera serie, ogni romanzo avrà come titolo il nome della sua protagonista. I libri di questa serie sono autoconclusivi, si leggeranno in maniera indipendente, sono legati dalle Ragazze d’Ombra, ogni protagonista sarà una ragazza del paranormale tra mistero, amore, passione.

  • Chi è il personaggio più complesso di questa storia e come è nato?

Zelda per la complessità di sfumature che ha nel suo carattere, per il rapporto con il fratello che noi non conosciamo mai direttamente nel romanzo ma che è una presenza costante per lei, che condiziona le sue azioni e le scelte anche quelle più rischiose. 

  • Stai parlando a un lettore che ancora non ti conosce, da quale dei tuoi libri gli consiglieresti di partire e perché?

Dipende dai gusti. Per conoscermi consiglierei di partire da Obscurity, primo libro delle Darkness Chronicles. Si tratta di una saga continuata con Moon Rays e che si chiuderà entro il 2022 con il terzo e ultimo volume. Una saga fantasy a tinte dark di stampo medievale ambientata in un worldbuilding immaginario dove ci sono più piani narrativi, gli intrighi politici delle cinque casate di maghi, la rivolta dei gardon, lo scontro tra i sistemi magici, le avventure della protagonista Liv e dei suoi amici. È una saga dark fantasy quindi c’è una crudezza delle descrizioni nella violenza e nel sesso, i personaggi non sono mai solo buoni o cattivi. Sono affezionata a questo mondo, ma è una lettura diversa rispetto a Zelda. Se si cerca una storia d’amore urban fantasy, più leggera da una certo punto di vista, meglio cominciare da Zelda e le Shadow Girls.

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.