Intervista all’autrice Angel April

Intervista all’autrice Angel April autrice del libro “Il ragazzo di ghiaccio”.

TRAMA

Lorena è una ragazza timida, ma allo stesso tempo molto determinata, la fortuna non le è molto d’aiuto nel trovare lavoro e un giorno decise di fare del volontariato retribuito… qui conobbe e fece amicizia con il “ragazzo di ghiaccio” e suo fratello, il passato del quale appare davvero misterioso. Lorena presa da una irrefrenabile curiosità nel sapere di più sul fratello Daniele, non eviterà di mettersi in guai molto seri… la gelosia del suo ex ed alcune vecchie conoscenze le daranno filo da torcere!

 

INTERVISTA

Ciao e benvenuta su onlybookslover.it.

  • Parlaci del tuo libro “IL RAGAZZO DI GHIACCIO”!

Parlare del mio libro “il Ragazzo di ghiaccio” e come descriverlo non è semplice da spiegare in due parole ma posso dire che ne vale la pena leggerlo.
Ho dato modo di unire fantasia è realtà e rendere questo libro incredibilmente unico. Mai giudicare libro dalla copertina”

  • Come è arrivata l’idea?

L’ispirazione per descrivere uno dei due fratelli mi è venuta da una persona che ho incontrato realmente nel periodo in cui facevo il servizio civile retribuito. All’inizio ai miei occhi appariva freddo come il ghiaccio, e comunque si trattava di una persona piena di mistero.

  • Ci spieghi come è nato il titolo? È arrivato prima o dopo la stesura?

All’inizio avrei voluto intitolare il libro “Il ragazzo dagli occhi di ghiaccio”, poi ho optato per “Il ragazzo di ghiaccio”, perché era più d’effetto.

  • C’è un evento nel libro che hai particolarmente amato scrivere?

I pezzi che ho amato più scrivere sono stati sia le battute di Daniele, che sono piene di suspense ma anche romanticismo, ma anche quelle di Samuel, tenere e romantiche. E infine anche le malefatte dell’ex, un po’ tutto insomma.

  • Cosa ci dobbiamo aspettare da questa storia? Cosa volevi trasmettere?

Attraverso questa storia voglio trasmettere un po’ di suspense, che non guasta mai, e l’idea del vero amore, purtroppo spesso dimenticata dai giovani di oggi, che tendono a prendere tutto per gioco. Volevo parlare anche di fatti drammatici che purtroppo accadono realmente ogni giorno, come per esempio dipendenza da droghe e alcolismo, per far capire quanto sia importante vivere.

  • Questo è il tuo primo libro? Che emozioni hai provato dopo aver messo la parola “FINE”?

Non ho ancora messo la parola “fine” a questa storia. Diciamo che è più un “arrivederci”. Sto infatti lavorando a un seguito del libro.

  • Quanto c’è di te nel libro?

Di me c’è molto nel libro, ma non tutto ciò che descrivo è reale. Chi mi conosce bene sa per certo cosa ho vissuto davvero e cosa invece è solamente frutto della mia immaginazione. E tutti gli altri? Be’, sta a voi intuire cosa sia vero e cosa no!

  • Stai parlando a un lettore che ancora non ti conosce, perché dovrebbe leggerti?

Perché vorrei che il pubblico leggesse il mio libro? Come dicevo prima, “Il ragazzo di ghiaccio” si ispira a una persona che ho conosciuto nella vita reale. Il personaggio descritto nel libro contiene molte sue caratteristiche, unite a un po’ della mia immaginazione, per rendere la storia più interessante. Inoltre voglio dedicare questo lavoro a una persona che rimarrà per sempre nel mio cuore e nei miei ricordi. In ogni personaggio del racconto ho messo un po’ di me, soprattutto nel personaggio di Lorena, la protagonista, che ha le mie stesse caratteristiche: fragile, insicura, piena di dubbi, ma anche fortemente determinata, una ragazza che grazie ai propri sentimenti riesce a raggiungere i propri obiettivi. Anche alcune caratteristiche delle amiche di Lorena sono reali e sono ispirati ad amiche reali, come il loro carattere, il loro modo di pensare. Altri personaggi invece sono stati completamente inventati. Lavoro da anni a questo progetto. All’inizio non avrei voluto pubblicarlo, poi però l’ho fatto leggere ad alcune persone a me vicine e mi hanno incoraggiata a pubblicare questo racconto., a cui ancora lavoro per un eventuale seguito. Voglio ringraziare le mie amiche, che mi hanno incoraggiata a pubblicare questa storia e che volevano assolutamente che tentassi. Mi hanno sempre spronata e incoraggiata e mi sono state vicino. In questo romanzo ci ho messo anima e cuore e spero che tutto ciò possa arrivare anche al cuore di voi lettori e che vi appassioni. Il romano è un misto di thriller, romantico e giallo, che mantiene tutti con il fiato sospeso, pagina dopo pagina. E’ una lettura molto avvincente e scorrevole e la voglio dedicare alla persona a cui è stata dedicata, che mi ha incoraggiato anch’essa a pubblicarla, e che ora vive nei miei ricordi. Un saluto speciale va ancora alle mie amiche , che mi hanno sempre sostenuta, alle persone che hanno fatto parte della mia vita e che hanno credito in me, e a chi non mai abbandonata. Ringrazio anche una mia docente delle scuole superiori, di sostegno, che mi sostiene sempre e che mi sta aiutando in questo progetto. E ancora grazie a tutti coloro che hanno creduto in me e in questo progetto. Lory

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.