Il Ridge Hospital: l’ospedale infestato

Il Ridge Hospital: l’ospedale infestato protagonista dell’articolo sulle Leggende Gotiche di Morgane.

Il Ridge Hospital: l’ospedale infestato

Nel marzo del 1882 venne annunciato al mondo la scoperta del batterio di una delle malattie più letali al mondo la tubercolosi.

Oggi grazie al vaccino questa malattia non è più così preoccupante anche se non è ancora stata debellata del tutto ed è in grado di causare dei morti.

La TBC è una malattia molto infettiva e richiede che i pazienti vengano isolati per evitare il contagio. Nei secoli scorsi, quando era più diffusa, i pazienti venivano ricoverati in appositi ospedali e padiglioni dove capitava che venissero dimenticati persino dai parenti.

In alcuni di questi ospedali addirittura alcuni pazienti venivano usati come cavie per crudelissimi esperimenti medici.

In Ohio il Ridge Hotel ha avuto la funzione di accogliere i malati di TBC e oggi ha la fama di essere infestato dai fantasmi dei malati morti al suo interno.

Eppure tra tutti gli ospedali era considerato il più umano anche se all’inizio era nato come ospedale psichiatrico al seguito ospitò anche i pazienti di TBC in quanto era il più isolato proprio perché ospedale psichiatrico.

I malati al Ridge erano gli unici a mostrare segni di miglioramento e questo causo la rovina del luogo che si trovò ad avere un numero di domande tale da far raggiungere all’ospedale il sovraffollamento.

In realtà alcuni pazienti furono ricoverati più per motivi di convenienza familiare che per veri problemi mentali e ciò portò ad un inevitabile trattamento da carcerati.

Agli inizi del 900 l’ospedale era famoso per le condizioni disumane in cui vivevano i pazienti e per gli abusi che subivano da parte del personale.

Nel 1980 venne chiuso e molti dei malati vennero semplicemente liberati per le strade tra i senzatetto.

La struttura fu rilevata per essere usata come edifici amministrativi ma molti di essi erano ancora in sfacelo e quindi solo alcuni appassionati di paranormale osano entrare.

E sono proprio loro a raccontare storie di oggetti che volano fuori dalle celle per schiantarsi contro le pareti, di porte che si chiudono e l’apparizione del fantasma di una giovane donna col volto deturpato dalla malattia.

Morgane

Benedetta Giovannetti nata a Firenze nel 1978 dove vive fino al 2012, laureata in giurisprudenza sviluppa fin da piccola una passione per la scrittura ereditata da suo nonno, ha pubblicato il suo primo libro nel 2012 ed un secondo dal titolo Per notti senza riposo a maggio del 2019, tra una ricerca di lavoro ed una scorpacciata di libri da leggere spera di riuscire a pubblicare tutti gli altri romanzi che ha in sospeso nel suo Mac. Collaboratrice per la rivista Fulldassi Megazine e donna di Fiori e con Onlybookslover.it ha anche un sito dove vende gioielli creati al 90% da lei. Si avvicina al mondo delle fate e della magia grazie alle storie dei suoi nonni e ai numerosi romanzi fantasy che legge ma sono le pietre ad attrarla fin da piccola tanto poi da iniziare a studiarle e ad abbinarle per creare gioielli… Da lì in poi studia anche i vari solstizi e le fasi lunari per applicarle al meglio sulle pietre che usa e che propone alle clienti… I suoi colori preferiti sono il viola e il nero e sogna di riuscire a guadagnarsi da vivere scrivendo.  

Ti potrebbe interessare anche...