IL CIOCCOLATO E’ NEMICO DELLA DIETA!

IL CIOCCOLATO E’ NEMICO DELLA DIETA! Oh yea! Oggi voglio proprio parlarvi di cioccolato e dieta.

Nei miei vari sondaggi Instagram ho capito che purtroppo vaghiamo nella nebbia anche per quanto riguarda il cioccolato.

C’è chi crede che non si possa mangiare se si è a dieta.

C’è chi crede che il cioccolato al latte sia solo per i seguaci del male e che quindi vada bannato.

 

IL CIOCCOLATO E' NEMICO DELLA DIETA!

C’è chi crede che l’unico cioccolato permesso sia quello fondente e chi, infine, pensa che quello fondente sia meno calorico di quello al latte.

Da queste convinzioni si deduce una sola conclusione: l’unico cioccolato che puoi mangiare è quello fondente e se sei a dieta forse è meglio che non mangi neanche quello.

Ma è davvero così?

Perché ci siamo ridotti a pensare questo?

MARKETING

La pubblicità!

Ovviamente il cioccolato fondente, per chi è abituato fin da piccolo al cioccolato al latte, non è poi così appetitoso, quindi i produttori di cioccolato fondente devono pur trovare un modo per venderlo, no?

E allora cosa fanno? Ne elencano tutti i benefici, strutturandoli in maniera tale da far pensare al consumatore che il cioccolato al latte sia quello che ti fa stare male e ingrassare, mentre il cioccolato fondente non fa che bene alla salute.

Ma è davvero solo questo?

Per fortuna no.

CIOCCOLATO AL LATTE

Il cioccolato al latte nasce perché l’uomo adora i sapori dolci, fin da bambini si preferisce il dolce all’aspro o all’amaro o all’acido, quindi il cioccolato al latte è naturalmente più appetibile del cioccolato fondente.

Il cioccolato al latte ha circa 560kcal ogni 100g ed è composto principalmente da zucchero, latte, cacao e burro di cacao. Il cioccolato al latte è poco salutare in quanto, il vero nutriente benefico per la salute è il cacao, cacao che è presente in una quantità insufficiente nel cioccolato al latte.

CIOCCOLATO FONDENTE

Il cioccolato fondente, al contrario del cioccolato al latte, non contiene latte, ma può comunque contenere zucchero e una quantità di cacao insufficiente per poterne trarre i benefici sperati.

Il cioccolato fondente benefico per la salute è infatti quello che supera il 70% di cacao.

Il cacao è infatti un nutriente ricco di antiossidanti, in particolare polifenoli, in grado di combattere l’azione dei radicali liberi, dello stress e di proteggere il sistema vascolare.

Per questo il cioccolato fondente viene etichettato come un amico della salute e più sale la percentuale di cacao, più benefici si avranno dalla sua assunzione, fino ad arrivare al 100% di cacao e, in quel caso, non si tratterebbe più di cioccolato, ma di pasta di cacao.

E udite udite, il cioccolato fondente apporta circa 560kcal ogni 100g, pressoché le stesse calorie del cioccolato al latte.

Quindi?

SE SEI A DIETA

Se sei a dieta e ti stai obbligando a mangiare il cioccolato fondente perché aiuta a dimagrire allora puoi tranquillamente restare al tuo amato cioccolato al latte.

Le quantità consigliate si aggirano intorno ai 30g al giorno.

Il cioccolato fondente è preferibile, è preferibile allontanarsi anche dalla dipendenza da zuccheri che, al giorno d’oggi, purtroppo, è fin troppo sviluppata, ma non deve diventare una fissa, non deve diventare una falsa convinzione.

Le fonti di antiossidanti sono moltissime, non fossilizziamoci sul cioccolato.

CONCLUSIONI

Lo so, è un articolo più breve del solito, ma spero di aver detto tutto ciò che serviva.

Prima di chiudere vorrei dire che questo mio discorso nasce dal fatto che la maggior parte delle persone crede che per dimagrire bisogna essere A DIETA e che essere a dieta SIGNIFICHI PER FORZA ELIMINARE COSE DALLA PROPRIA ALIMENTAZIONE.

Essere a dieta non deve essere sinonimo di fare la fame, essere a dieta significa trovare il proprio stile di vita.
Domande come: sono a dieta, posso mangiare la pizza? Posso mangiare il gelato? E il cioccolato?

Non hanno senso.

Perché la dieta non esiste, questa è la tua vita e quello che stai tenendo è il tuo stile di vita.

Tu, nella tua vita, vuoi mangiare pizza, gelato e cioccolato?

Be’, se la risposta è sì, allora nessuna dieta potrà impedirti di farlo.

Per dimagrire non bisogna mettersi a dieta, per dimagrire bisogna trovare il proprio equilibrio, iniziare un percorso di profonda conoscenza di se stessi e del mondo che ci circonda. Iniziare a chiedersi cosa si vuole davvero da questa vita e cercare di trovare il modo migliore per viverla, senza dover rinunciare.

La vita non ti chiede di rinunciare a determinati alimenti, neanche la salute te lo chiede, tutto ciò che ti può essere chiesto è di bilanciare, di trovare un equilibrio.

Tutto ciò che può essere chiesto è di DOSARE bene, perché, si sa, gli estremi non sono mai una soluzione.

E dopo queste conclusioni più lunghe dell’articolo stesso, vi lascio, nella speranza di esservi stata utile.

Lo so, in questo articolo sono stata un po’ impertinente, ma spero vi sia passato il messaggio che spesso ci limitiamo da soli e che spesso, la pigrizia nell’informarci ci rende ignoranti e l’ignoranza, purtroppo, si paga a caro prezzo.

Un bacio e alla prossima!

SE SIETE CURIOSI DI CONOSCERE LE BASI DELL’ALIMENTAZIONE SANA CLICCATE QUI
SE INVECE VOLETE UN PICCOLO APPROFONDIMENTO SULLA DIETA MEDITERRANEA LO TROVATE QUI
SE CERCATE QUALCHE DRITTA UTILE PER FARE LA SPESA NEL MODO MIGLIORE CLICCATE QUI
SE INFINE CERCATE APPROFONDIMENTI SUL RUOLO DELLA GENETICA SUL NOSTRO BENESSERE CLICCATE QUI