I fantasmi nobili senza pace

I fantasmi nobili senza pace nel nuovo articolo delle “leggende gotiche” curato da Morgane Le Feye

 

I fantasmi nobili senza pace

I fantasmi inglesi quando neanche da nobile trovi pace.

In Inghilterra uno dei monumenti che presentano indubbiamente un elevato numero di spettri è la Torre di Londra, testimone del dolore e delle pene sofferte da colore che furono vittime di intrighi.

In San Peter and Vincula una delle cappelle della Torre è sepolta Anna Bolena, seconda moglie di Enrico VIII, accusata di infedeltà e decapitata.

Una notte un soldato di guardia scorgendo una leggera luce nella cappella chiese ad un ufficiale di accompagnarlo per vedere di cosa si trattasse e quando entrarono assistettero ad una scena curiosa.

sembrano sprizzare dalla gioia perché le luci diventano cascatelle formate da miriadi di scintille mentre si sprigiona il suono di un organo che dopo una magnifica toccata si spegne in un eco lontana.

I fantasmi nobili senza pace

Una fila di persone con abiti cinquecenteschi camminava lungo le navate e alla loro testa c’era Anna Bolena, dopo alcuni minuti la luce e le immagini scomparvero e ritornò tutto buio.

Anna Bolena aveva sofferto così intensamente che i muri della torre avevano assorbito il suo dolore dando vita a quelle immagini spettrali.

Tra gli altri fantasmi c’è quello della regina Elisabetta I apparso più volte nel castello di Windsor e quello della quinta moglie di Enrico VIII che attraversa di corsa, urlando, vari saloni del palazzo di Hampton Court.

Il castello di Lochleven situato su una piccola isola dell’omonimo lago, prigione della regina Maria Stuarda, testimone di efferati delitti, vanta vari fantasmi tra cui quello della sfortunata regina di Scozia che passeggia per i vari locali, bella e piena di maestà tanto da incutere rispetto a quanti la vedono.

Ma la Regina appare anche nel castello di Fatherengay dove la poveretta venne condotta al supplizio, qui appare con il viso atteggiato a grande calma e serenità a volte sola a volte accompagnata da dame e dignitari.

Altri articoli della rubrica