“Finché il caffè è caldo” Toshigazu Kawaguchi

“Finché il caffè è caldo” Toshigazu Kawaguchi recensito dalla casa editrice EdiLab edizioni per la rubrica Edilist.

 

Un libro che con la delicatezza
tipica di molti autori giapponesi invita a riflettere.
Quello di Toshigazu Kawaguchi è
un inno al qui e ora, a esternare i propri sentimenti senza permettere all’orgoglio di
fermarci.

Nel piccolo caffè si può tornare nel passato, è vero, ma una tra le molte
regole è che il presente comunque non potrà essere cambiato. La centralità del libro
non sono gli eventi ma piuttosto il nostro atteggiamento verso di essi e il modo in cui
viviamo le relazioni con le persone care.
Ogni capitolo racconta una storia, l’emotività di un personaggio e soprattutto racconta di amori diversi.

Fumiko pentita di aver lasciato andare via il suo amore
senza avergli confessato quello che realmente prova.

Kotake che un po’ alla volta, insieme allo svanire dei ricordi del marito, è scomparsa anche lei.

Hirai che per orgoglio non ha mai parlato apertamente con la sorella.

E Kei che a tutti i costi vuole essere una buona madre per il figlio che sta aspettando.

Tutte donne forti ma anche piene di incertezze che mi hanno commossa via via che le conoscevo.
Le regole per viaggiare nel tempo sono numerose, alcune apparentemente inspiegabili, tanto da scoraggiare i più ad affrontare il viaggio.

Perché qualcuno dovrebbe decidere di tornare indietro nel passato se comunque non cambierà il presente?
Perché il viaggio nel passato e nel futuro, l’incontro con i rimpianti,
diventano occasione per riflettere e cambiare profondamente l’atteggiamento verso la vita stessa.
La persona che eri alla partenza maturerà.
E lo farà nel piccolo tempo che basta per gustarsi un caffè caldo.


Un libro breve che parte in sordina e che piano piano è riuscito a entrare nella mia mente, i personaggi con le loro fragilità e paure mi hanno insegnato che sono proprio queste a renderci umani.
La vita non va sempre come vorremmo ma niente dovrebbe farci dimenticare di abbandonare i rimorsi e che è sempre possibile essere
felici se ci concentriamo su ciò che conta davvero.

LINK ACQUISTO